Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Ulss 3 al giro di boa, vaccinato il 50% della popolazione

Dopo i primi appuntamenti aperti agli over 12, via a nuove prenotazione dalle 16 di oggi per turismo e centri estibi. Calano contagi e ricoveri e le attività negli ospedali tornano pressoché alla normalità

A 6 mesi dall'inizio della campagna vaccinale, Ulss 3 arriva oggi al giro di boa: con più di 280mila prime dosi somministrate, infatti, supera il 50% di persone vaccinate. Un traguardo insperato fino a qualche tempo fa, quando le forniture erano ridotte all'osso, non c'era margine per mettere in sicurezza la popolazione con rapidità e si mirava solo a portare a casa il risultato per le fasce d'età più a rischio.

Vaccini per turismo e centri estivi

Per sfruttare a pieno la macchina dell'azienda servirebbero quantità maggiori di siero, ma c'è di buono che la possibilità di immunizzarsi, oggi, è aperta a tutti quanti abbiano compiuto i 12 anni d'età. Dopo che le prime 35mila dosi messe a disposizione anche per la fascia di popolazione più giovane (12-39 anni) sono andate bruciate in poco più di 12 ore, in attesa di altre forniture per mettere in agenda altri appuntamenti, oggi alle 16, come da disposizione regionale, saranno aperti 1550 slot per il comparto turistico. L'azienda ha ricevuto appositi elenchi da Azienda Zero, che a sua volta li ha ricevuti dagli operatori del settore. «Per ora diamo questa disponibilità a partire dal 7 giugno, - ha spiegato oggi in conferenza stampa il direttore della Prevenzione Luca Sbrogiò - non avendo indicazioni numeriche precise sui lavoratori del settore, ma apriremo prossimamente ulteriori slot».

Parallelamente vengono aperti anche 4800 posti per i centri estivi, senza distinzione d'età: chiunque abbia una certificazione di impiego avrà diritto alla vaccinazione; per questa categoria le inoculazioni sono state ad oggi fissate da lunedì e fino a domenica 13 giugno, in tutti gli hub di riferimento dell'azienda sanitaria. Le vaccinazioni dei lavoratori del settore turistico, invece, saranno concentrate al PalaExpo, in piazzale Roma e nella sede Aspo di Chioggia.

Parlando di numeri, sulla base dei dati Istat della popolazione, il 100% degli over 80 nel territorio della Serenissima è stato vaccinato, alla pari dell'86,2% degli ultrasettantenni e di quasi l'80% dei sessantenni. Traguardi rilevanti sono stati raggiunti per il momento anche per la fascia d'età 50-59 anni (70,3%) e 40-49 (60%). Per i più giovani, dai 39 anni in giù, il dato si assesta già su un rassicurante 31,1%. Per concludere, estremamente vulnerabili e disabili gravi hanno raggiunto rispettivamente una copertura del 79,8 e 83,7%.

Meno positivi e un solo ricovero per covid ogni 2 giorni

Sul fronte dell'andamento dell'epidemia, ad oggi ci sono 791 persone positive nel territorio dell'Ulss 3, con un'incidenza di 12.7 positivi ogni 100mila abitanti, mentre quanto a ricoveri se ne contano 45 in tutto, 6 dei quali in terapia intensiva. Capitolo scuole, che domani concludono l'attività ordinaria: ci sono 33 classi interessate, con 34 alunni positivi e 263 in quarantena, mentre per i docenti si contano 7 positivi e 28 in isolamento fiduciario a casa.

La riduzione di contagi e quindi positività, come ha sottolineato la direttrice dell'ospedale dell'Angelo Chiara Berti, ha portato ad una netta riduzione degli accessi in pronto soccorso per covid. «Ci sono giornate in cui non ce ne sono - ha spiegato - e anche la diminuzione dei ricoveri è sensibile, negli ultimi giorni si assestano a uno ogni due giorni». L'attività degli ospedali sta pian piano tornando alla normalità, quindi, in particolare nei presidi di Mestre e Dolo, che hanno avuto più modifiche nel corso dei mesi per affrontare l'emergenza dell'epidemia sanitaria.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ulss 3 al giro di boa, vaccinato il 50% della popolazione

VeneziaToday è in caricamento