Cronaca

Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia arancioni, il Veneto resta in area gialla

Nonostante i provvedimenti presi di comune accordo da Zaia, Fedriga e Bonaccini, solo il Veneto resta in area gialla dopo l'ultima ordinanza firmata dal ministro della Salute Speranza

Campania e Toscana sono passate in zona rossa, Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia in quella arancione. Il Veneto resta invece in zona gialla. Per le Regioni guidate da Massimiliano Fedriga e Stefano Bonaccini, quindi, non è bastato il nuovo provvedimento deciso nelle scorse ore con il governatore veneto Luca Zaia, mirato ad imporre delle restrizioni più severe rispetto a quelle previste dalla permanenza in area gialla. La nuova ordinanza firmata dal ministro della Salute Roberto Speranza ridisegna quindi l'Italia in questo modo:

  • zona rossa: Valle d'Aosta, Piemonte, Lombardia, Calabria, provincia di Bolzano, Campania e Toscana
  • zona arancione: Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Marche, Abruzzo, Basilicata, Liguria, Puglia, Sicilia e Umbria
  • zona gialla: Lazio, Molise, Trento, Sardegna e Veneto

Per il Veneto, quindi, per ora restano valide le limitazioni aggiunte con l'ultima ordinanza; le principali novità riguardano la consumazione al tavolo esclusiva dalle 15 alle 18, sia all'interno che all'esterno dei locali, e la restrizione a gite e passeggiate in centro città.

IL TESTO DELL'ORDINANZA IN VIGORE IN VENETO

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia arancioni, il Veneto resta in area gialla

VeneziaToday è in caricamento