rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cronaca San Marco / Piazza San Marco

Assalto a Venezia il 25 aprile, oltre al bòcolo "sbocciano" gli abusivi

Per il giorno di festa decine di migliaia i turisti che hanno raggiunto la laguna. Duemila i fiori sequestrati. Veneziani invece all'Arsenale

Il rapporto è direttamente proporzionale. Centro storico preso d'assalto dai turisti? Invasione anche dei venditori abusivi. Che dimostrano di essere molto attenti alle tradizioni. Come per la festa della donna, quando agli incroci mestrini si è assistito alla "marea" di venditori di mimose, così anche per il tradizionale bòcolo si è avuto lo stesso copione: a Venezia alle 17 erano già 1.408 le rose sequestrate. Per assurdo erano proprio cittadini senegalesi e bengalesi (soprattutto) a ricordare che quella di giovedì era una "ricorrenza veneziana" da festeggiare con il fiore per la propria bella.

I venditori abusivi hanno raggiunto il centro storico fin dalle prime luci dell'alba. Per riuscire ad aggirare i controlli della polizia municipale e accaparrarsi le zone migliori per gli affari, ossia tutta l'area marciana. Diciassette le multe comminata, ognuna di circa 5mila euro (che difficilmente verranno incassate dal Comune). Quarantacinque, invece, i verbali di rinvenimento: i venditori, infatti, abbandonavano a terra la merce per poter scappare via.

In ogni caso il centro storico ha fatto il pienone. Sono stati stimati in circa 50mila gli arrivi in città. Parcheggi esauriti e autobus pieni: duemila auto a piazzale Roma e 50 bus turistici. Piazza San Marco zeppa di turisti che, purtroppo, hanno in parte bivaccato sui gradini delle Procuratie, tra tranci di pizza e rifiuti lasciati a terra. In piazza ancora tensione tra commercianti ambulanti e abusivi. Un'atmosfera che si respira da molte settimane. Successo all'Arsenale: migliaia i veneziani che si sono "riappropriati" di un'area per molto tempo dell'anno off limits. Ora non lo sarà più.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assalto a Venezia il 25 aprile, oltre al bòcolo "sbocciano" gli abusivi

VeneziaToday è in caricamento