Cronaca

Thetis, riprende la vertenza: "Ritirare i licenziamenti ed evitare lo smantellamento"

Appello di Filctem Cgil: "Del caso dovrebbero occuparsi non solo l'amministratore ma anche il Cvn, il magistrato alle Acque, Comune e Regione"

Dopo la pausa estiva si riprendono i lavori sulla vertenza Thetis. Finora gli appelli al ritiro dei licenziamenti non hanno convinto l’azienda a sospendere la procedura aperta in luglio. "Restiamo convinti - spiega Davide Camuccio di Filctem Cgil - che attraverso l’impegno dell’amministratore e dei commissari di Consorzio Venezia Nuova, dell’ex magistrato alle Acque, di Comune e Regione, ogni attività di Thetis può trovare il rilancio necessario per salvare tutti i posti di lavoro". La prossima settimana dovrebbe arrivare la convocazione dagli uffici della Regione per proseguire la discussione. Il sindacato ribadisce la propria posizione: ritiro di tutti i licenziamenti.

"Sarà comunque un appuntamento importante - prosegue - per continuare la discussione su tutti quei progetti che dovrebbero alimentare le attività di Thetis, quelli del Consorzio Venezia Nuova in collaborazione con l’ex magistrato alle Acque". Un incontro cruciale anche "per capire che prospettive possono avere per Thetis i progetti di bonifica di Porto Marghera attraverso il Consorzio Sifa, di cui la Regione fa parte e su cui anche Thetis ha una piccola partecipazione attraverso una controllata". "Inoltre, siamo ancora in attesa di una soluzione per il mantenimento degli uffici antinquinamento presso il provveditore e la prospettata vendita del DITS".

Dall’ultima discussione con l’azienda avvenuta a fine luglio, tutte queste prospettive dovrebbero concretizzarsi tra fine settembre e ottobre. "Intanto - conclude il sindacato - l’attenzione e la mobilitazione di tutti i lavoratori di Thetis continueranno per scongiurare i licenziamenti e lo smantellamento di un’azienda storica di Venezia".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Thetis, riprende la vertenza: "Ritirare i licenziamenti ed evitare lo smantellamento"

VeneziaToday è in caricamento