Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca

Veneto in zona gialla: regole per spostamenti e visite a parenti e amici da lunedì

Con il decreto "riaperture" possibile spostarsi tra regioni bianche e gialle. Per muoversi verso territori in zona arancione e rossa sarà necessario il "green pass"

Con il Veneto in zona gialla dal 26 aprile, cambiano le regole per gli spostamenti. Decade il decreto legge che impediva lo spostamento libero oltre i confini regionali senza validi motivi, e sarà possibile spostarsi verso altre regioni collocate in zona bianca o gialla, mentre per entrare o uscire da territori collocati in zona arancione o rossa bisognerà essere muniti delle certificazioni verdi.

Spostamenti in Veneto dal 26 aprile

Cosa sono le certificazioni verdi o green pass? Sono documenti che comprovano «lo stato di avvenuta vaccinazione o guarigione» dall'infezione dal Covid, o «l'effettuazione di un test molecolare o antigenico rapido con risultato negativo». Il green pass per viaggiare ha validità di:

  • sei mesi per i vaccinati
  • sei mesi per i guariti
  • 48 ore con tampone negativo

Occhio a non sgarrare: si rischia il carcere. L'apparato sanzionatorio del decreto riaperture prevede il carcere per una serie di reati in cui incorre chi manomette o falsifica o abusa delle possibilità consentite dalla certificazione verde.

Visite ad amici e parenti

Come si legge nel decreto legge, in zona gialla è consentito lo spostamento verso una sola abitazione privata, nel rispetto degli orari del coprifuoco, anche verso regioni in zona gialla confinanti. Sarà possibile recarsi in visita da amici e parenti nel numero massimo di 4 persone (in aggiunta a quelli conviventi in casa), oltre ai minorenni sui quali si eserciti la responsabilità genitoriale e persone con disabilità o non autosufficienti conviventi con uno dei visitatori.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Veneto in zona gialla: regole per spostamenti e visite a parenti e amici da lunedì

VeneziaToday è in caricamento