Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Primo weekend in zona gialla del 2021: cosa si può fare e cosa no in Veneto

Fine settimana nel quale è previsto grande movimento verso le grandi città. Hotel e strutture ricettive aperte: tutte le regole

In attesa di capire come Mario Draghi, premier incaricato "con riserva" ieri al Quirinale, gestirà l'emergenza coronavirus, il Veneto si prepara al weekend del 6-7 febbraio in zona gialla: con la possibilità di spostarsi tra Comuni e i bar aperti fino alle 18, ci sarà con ogni probabilità voglia di incontrarsi di persona e passare del tempo assieme. Il governatore Luca Zaia, differentemente da alcuni colleghi governatori, non ha imposto ulteriori limitazioni, ma le forze dell'ordine scenderanno in campo per evitare movida troppo serrata e assembramenti.

Valgono come sempre le indicazioni base, previste dall'ultimo Dpcm:

  • rimane in vigore il coprifuoco: almeno fino al 15 febbraio 2021 è consentito spostarsi tra le 5 e le 22, all’interno del Veneto, nel rispetto delle specifiche restrizioni introdotte per gli spostamenti verso le altre abitazioni private abitate. Dal 16 febbraio al 5 marzo gli spostamenti tornano invece ad essere consentiti da e per tutte le regioni ubicate in area gialla (salva l'eventuale sopravvenienza di nuove disposizioni limitative)
  • è sempre consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione. Dal 16 gennaio 2021 è venuta meno l'esclusione delle seconde case ubicate fuori regione dal novero delle proprie abitazioni cui è sempre consentito il rientro
  • nel weekend, naturalmente, non sarà possibile oltrepassare i confini regionali, ma ci si potrà muovere all'interno di tutto il territorio del Veneto senza restrizioni di sorta
  • bar e ristoranti sono aperti dalle 5 fino alle 18. Negli stessi orari è consentita senza restrizioni la vendita con asporto di cibi e bevande; è possibile anche dalle 18 alle 22, ma è vietata in tali orari ai soggetti che svolgono come attività prevalente quella di bar senza cucina o commercio al dettaglio di bevande.
  • la consegna a domicilio è consentita senza limiti di orario, ma deve comunque avvenire nel rispetto delle norme sul confezionamento e sulla consegna dei prodotti.

Alberghi e strutture ricettive aperte

Gli alberghi e le altre strutture ricettive sono aperti e all'interno i bar e i ristoranti rimangono aperti a disposizione dei clienti che vi alloggiano. Secondo il Dpcm in vigore fino al 5 marzo 2021, nelle giornate festive e prefestive sono chiusi gli esercizi commerciali presenti all’interno dei mercati e dei centri commerciali, gallerie commerciali, parchi commerciali e altre strutture assimilabili, ad eccezione delle farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, punti vendita di generi alimentari, di prodotti agricoli e florovivaistici, tabacchi, edicole e librerie. Ci si potrà anche spostare in una seconda casa fuori dalla propria Regione, se si dimostra di avere l'immobile di proprietà o con un contratto di affitto firmato prima del 14 gennaio 2021.

Visite ad amici e parenti nel weekend

Per quanto riguarda le visite ad amici o parenti, in zona gialla è consentito, una sola volta al giorno, spostarsi verso un’altra abitazione privata abitata della stessa Regione o Provincia autonoma, tra le ore 5 e le 22, a un massimo di due persone, oltre a quelle già conviventi nell’abitazione di destinazione. La persona o le due persone che si spostano potranno comunque portare con sé i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone disabili o non autosufficienti che convivono con loro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primo weekend in zona gialla del 2021: cosa si può fare e cosa no in Veneto

VeneziaToday è in caricamento