Dpcm, per Zaia (ad oggi) non si dovrebbe assegnare il Veneto a una fascia troppo restrittiva

Il governatore in conferenza stampa ha sottolineato di essere in attesa alla pari dei cittadini della decisione che dovrebbe arrivare nel primo pomeriggio. «Il passaggio da fascia all'altra può essere molto rapido»

Nel corso della riunione col Governo di ieri, il governatore Luca Zaia ha caldeggiato che il posizionamento di una Regione nelle fasce previste dal nuovo Dpcm non prescinda da un confronto con la Regione stessa. Ad ora (le 13, ndr) non c'è ancora alcuna ufficialità sul collocamento del Veneto, per quanto il governatore abbia sottolineato come al momento non ci sia una situazione tale, nella nostra Regione, da prevedere delle limitazioni importanti, quelle, per intendersi, previste dalla fascia arancione. Novità ufficiali in merito, ad ogni modo, dovrebbero arrivare nel primo pomeriggio.

«Come Regioni - ha detto Zaia - abbiamo chiesto un confronto con il Governo prima che sia assegnata una zona. Abbiamo anche richiesto che seguano un decreto con le misure economiche per le attività in difficoltà e l'attivazione immediata del congedo parentale».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Venezia fa il pieno di stelle Michelin, 8 i ristoranti premiati

  • Perché conviene stendere il bucato all'aperto anche in inverno

  • Incidente in auto nel pomeriggio: morto un 19enne di Mira, grave un suo coetaneo

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Addio ad Andrea Michielan, morto a 21 anni

Torna su
VeneziaToday è in caricamento