Cronaca

Zaia: «Ci dicano il prima possibile se bisogna somministrare la terza dose»

Il governatore: «Non ce lo facciano sapere a gennaio, altrimenti poi è troppo tardi»

«Se sarà necessario somministrare la terza dose di vaccino, non ce lo dicano a dicembre o gennaio, perché altrimenti poi è troppo tardi. Sembra comunque che sia necessaria, basti guardare ai dati di Israele». Lo ha detto oggi il presidente della Regione Luca Zaia, nel corso del punto stampa dalla sede della protezione civile di Marghera.

Il governatore è intervenuto anche sul tema dell'ospitalità ai profughi afghani, dopo l'intervento del prefetto di Venezia Vittorio Zappalorto sul limite di circa 100 persone per ogni nazionalità. «I sindaci sono gli unici autorizzati a parlare per i loro confini. - ha detto - Questo è un territorio che ha dato non poco, basta considerare che l'11% della popolazione è composta da immigrati che qui hanno sviluppato un progetto di vita e si sono integrati. Dopodiché, gli arrivi di afghani, dalle notizie che abbiamo, sono di lavoratori delle ambasciate e collaboratori, quindi non posso sapere che evoluzione ci sarà».

Articolo in aggiornamento

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zaia: «Ci dicano il prima possibile se bisogna somministrare la terza dose»

VeneziaToday è in caricamento