Federica Pellegrini: «Se arriva un nuovo lockdown smetto con il nuoto»

La campionessa di Spinea, in un'intervista a Il Fatto Quotidiano, ha spiegato che se le Olimpiadi dovessero slittare ancora, dirà addio alle vasche

Federica Pellegrini

«Se non ci sono le Olimpiadi cosa farò? Se c'è un altro lockdown io smetterò di nuotare. So quello che dico. Le Olimpiadi con un nuovo lockdown verranno annullate e io tra tre anni non nuoterò più». Sono le parole della campionessa del nuoto azzurro Federica Pellegrini in una intervista al Fatto Quotidiano, sulla possibilità che arrivi un nuovo lockdown che fermi le Olimpiadi di Tokyo.

La nuotatrice veneziana, come noto, è stata diagnosticata positiva al Covid-19. «Come mi sono contagiata? È strano perché avevo fatto un tampone molecolare domenica, negativo. Mercoledì ho nuotato e mi sono sentita le gambe doloranti, il pomeriggio avevo il mal di gola. Giovedì ho rifatto il molecolare e sono risultata positiva. Ho pianto tanto, non mi ricordo neppure quando era stata l'ultima volta che avevo versato delle lacrime così», ha proseguito la Pellegrini che sull ipotesi sul contagio ha spiegato: «in quel weekend ero a Roma a fare Italia's got talent ed eravamo controllatissimi. Ho viaggiato in treno, sono stata in hotel. Non sono andata a cena con persone estranee alla produzione».

L'azzurra aveva paura di ammalarsi ed è successo. «Avevo paura di dovermi fermare. Ho 32 anni, ogni volta che si riprende dopo uno stop lungo io faccio fatica per recuperare. In più già venivo da un virus intestinale che mi ha uccisa, ti dici "sei forte, avanti", e invece sono crollata». La campionessa è stata coinvolta anche in una polemica social. «La vicenda di mamma mi ha fatto capire una cosa: una persona normale dopo questa shitstorm forse si sarebbe tirata indietro sui social. Io invece ho deciso che continuerò a parlare di me come e quando voglio. Io ho chiesto cosa dovevo fare e mi è stato detto di accompagnare mamma al drive-in. Mi è costato due giorni di insulti. Mia mamma sta meglio, stiamo aspettando ancora il risultato del tampone, penso sia positivo. Al di là di questo, poverina, è rimasta malissimo per questo caos mediatico, si è sentita in colpa».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Veneto resta giallo? Zaia: «Dipendiamo da Rt, ma non abbiamo demeriti per cambiare zona»

  • Natale con congiunti ma senza abbracci: le regole per cenone e veglione di Capodanno

  • 60enne si allontana da casa e scompare, trovato senza vita

  • Domani si decide sul colore del Veneto, Zaia: «Pressione su ospedali, ma tutto sotto controllo»

  • Coronavirus, il prossimo mese il Veneto potrebbe essere area a rischio elevato

  • Perché Venezia era piena di gatti?

Torna su
VeneziaToday è in caricamento