rotate-mobile
Sport

Dov'è finito Brugnaro? Dopo lo sfogo del "mollo tutto" il silenzio. Ansia tifosi

Nessun contatto con la società dal numero uno orogranata quasi a 48 ore dal "fattaccio" di domenica scorsa a Ferrara. I Panthers affermano che lo striscione "della discordia" non era per lui

Dov'è finito il presidente Brugnaro? Dal "tragico" tardo pomeriggio di domenica scorsa, quando a Ferrara ha lasciato il palazzetto in anticipo dopo l'esposizione di uno striscione da parte dei Panthers, uno dei gruppi organizzati del tifo Reyer, dalla società spiegano di non avere avuto più contatti con lui. A quanto sembra la situazione sarebbe "molto difficile", anche se tutte le possibilità rimangono aperte.

L'unico punto fermo è quella frase "ora basta, mollo tutto. Non mando neanche la squadra ai playoff" detta prima di andarsene. E da lì dopo quasi 48 ore non ci si schioda. Ieri i Panthers hanno dichiarato tramite un comunicato che il loro striscione, in cui c'era scritto "Per la torcia degli ultrà ennesima stangata... Ma la rissa tra dirigenti sarà sanzionata?", non era rivolto verso il presidente Brugnaro, ma a un "metro di giudizio generale che viene adottato dalle autorità competenti nei confronti dei tifosi". Ormai arcinoto il provvedimento di daspo comminato a dei trevigiani che hanno acceso un fumogeno al Palaverde in occasione del derby vinto contro la Reyer e il precedente "faccia a faccia" tra Brugnaro e il dg biancoverde Claudio Coldebella.


Dalla Reyer rimangono muti. Non tanto per un silenzio stampa, ma proprio perché non ci sarebbe nulla di nuovo sotto il sole da raccontare. E di questo limbo sfibrante potrà decretarne la fine solo il presidente Brugnaro, che finora tace. E più tace e più a gran parte dei tifosi orogranata, che domenica peraltro hanno fischiato lo striscione dei Panthers, tramano le gambe.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dov'è finito Brugnaro? Dopo lo sfogo del "mollo tutto" il silenzio. Ansia tifosi

VeneziaToday è in caricamento