rotate-mobile
Sabato, 13 Agosto 2022
Mestre San Giuliano / Cavalcavia San Giuliano

Il tram "latita", mercoledì fermo. Lavori a San Giuliano: deviazioni

Per permettere il posizionamento dei pali della linea aerea per tre notti itinerari di bus e auto mutati. Intanto proseguono le prove a Marghera

Non solo il tram a Marghera, dove sono in pieno svolgimento le prove tecniche in vista dell'entrata in funzione del servizio e per questo anche mercoledì sarà latitante a Mestre. C'è un'altra linea che si attende da tempo: quella per Venezia. La quale necessariamente passerà per il cavalcavia di San Giuliano. Per permettere il posizionamento dei pali della linea, però, il cavalcavia rimarrà chiuso in più fasi durante questa settimana. In direzione Venezia o in direzione Mestre. Per questo motivo dalle 21.30 di mercoledì fino alle 5.30 di giovedì gli autobus Actv in partenza da Venezia che di solito transitano sul cavalcavia saranno deviati. Ossia la linea 5 Venezia-Aeroporto, la 19 Venezia-Altinia, la linea 12 Venezia-Tevere, la 12/ Venezia-Cavergnago, la N1. Oltre alle linee extraurbane Venezia-Noale, Venezia Scorzè e la linea 24.

Il giorno seguente il problema riguarderà il senso di marcia opposto. Dalle 21.30 di giovedì alle 5.30 di venerdì e dalle 21.30 di venerdì alle 5.30 di sabato, quindi, gli autobus delle linee 5 Aeroporto - Venezia, 12 Tevere - Venezia, 12L 27 Ottobre – Venezia, 12/ Cavergnago - Venezia, linea 24 Venezia-Venezia, N2 Venezia-Venezia e linee Extraurbane 5V Noale - Venezia e 6V Scorzè – Venezia, giunti a San Giuliano, incrocio con via Forte Marghera, proseguiranno per quest’ultima, raggiungendo poi viale Ancona, via Torino, Corso del Popolo, via della Libertà. Dai Pili riprenderanno il normale itinerario fino a piazzale Roma. Non ci saranno fermate intermedie durante le deviazioni.

Mercoledì quindi gli automobilisti dovranno bypassare invece il blocco attraverso il cavalcavia di via Torino, in senso contrario dovrà deviare il proprio itinerario sul Troso. Proseguono intanto le prove di tenuta elettrica delle sottostazioni in vista dell'arrivo del tram a Marghera. Anche mercoledì (oltre che lunedì e martedì) il servizio non riprenderà e saranno messi in campo degli autobus sostitutivi. Ma ci sarà comunque lo sciopero di 24 ore indetto dai dipendenti dell'azienda di trasporto pubblico. Potrebbero però essere anticipati in questa giornata, cogliendo la palla al balzo, gli accertamenti dell'Ustif (il braccio territoriale del ministero delle Infrastrutture). Bruciando le tappe per arrivare all'ok definitivo e l'entrata in servizio della tratta di Marghera del tram.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il tram "latita", mercoledì fermo. Lavori a San Giuliano: deviazioni

VeneziaToday è in caricamento