menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Abbandono di rifiuti, 49 verbali ambientali a Noale nel 2015. Area critica via della Cerva

Le sanzioni complessive ammontano a poco più di 8mila euro e 165 sono state le richieste di intervento alla polizia locale e a Veritas. L'assessore Dini: "Diminuire gli abbandoni"

Contro il degrado. Nel 2015 sono stati effettuati sul territorio noalese 49 verbali ambientali, di cui 29 a carico di persone e attività commerciali che provengono da fuori il territorio comunale. Il tutto per sanzioni che ammontano a oltre 8mila euro.

L’area più critica dove sono stati riscontrati i maggiori abbandoni è Via Cerva. In questa zona - ha dichiarato l’assessore all’Ambiente Alessandra Dini - c’è un isola ecologica che stiamo valutando di spostare perché è situata in una zona troppo comoda e poco visibile per chi vuole abbandonare rifiuti. Oltre le ispezioni di routine - ha specificato - sono state registrate ed evase 165 richieste di intervento su diretta indicazione della polizia locale, del Comune e della cittadinanza da Veritas".

Sono state 185 le azioni di informazione ed educazione all’utenza e 13 segnalazioni agli uffici Veritas per la verifica del corretto pagamento della TARI. "Le anagrafiche dei nuovi residenti - ha proseguito Dini - verranno confrontate con le anagrafiche di Veritas per verificare se tutti i nuovi residenti sono in possesso della chiavetta del secco e se pagano la TARI. Credo che sia necessario fare queste verifiche incrociate soprattutto nei confronti di quei cittadini che pagano le tasse. Ho incontrato i vertici di Veritas e ho evidenziato che è necessario che i vigili ambientali verifichino con costanza alcune isole ecologiche che sono state prese di mira perché più comode per abbandonare rifiuti. Ho chiesto la massima severità nei controlli, non è più accettabile che i noalesi debbano pagare per la maleducazione altrui oltre al fatto che non è tollerabile dover ogni giorno impiegare gli operatori a pulire isole ecologiche dagli abbandoni".

Parola d'ordine, diminuire gli abbandoni. È importante - ha concluso l'assessore - migliorare il conferimento del rifiuto secco, diminuire gli abbandoni utilizzando il nuovo ecocentro sito in Via Coppadoro, sensibilizzare il più possibile i bambini iniziando da percorsi scolastici strutturati. Chiedo la collaborazione di tutti i cittadini noalesi a rispettare il nostro territorio per raggiungere l’obiettivo di comune riciclone e poter chiedere la diminuzione della TARI".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento