rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca

Venezia, Mose attivo dalle 18 contro l'acqua alta

Previsto un picco di circa 130 centimetri in serata, ma le paratoie stanno proteggendo la città dagli allagamenti. L'operazione si concluderà alle 23 e i canali verranno riaperti alla navigazione all'una del 2 novembre

Le previsioni del centro maree comunale annunciano eventi di marea sostenuta in questi giorni. Oggi, 1 novembre, a partire dalle 18, il Mose è stato azionato per difendere la laguna e la città dall'acqua alta, come comunicato dal commissario straordinario Elisabetta Spitz. Le paratoie si sono alzate in tutte le bocche di porto e la conclusione delle operazioni è prevista intorno alle 23, mentre la riapertura dei canali all'una del 2 novembre.

Il bollettino più recente, emesso nel pomeriggio di lunedì, segnava un picco massimo di 130 centimetri alle 20.45. Il Mose è stato azionato proprio per arginare l'innalzamento dell'acqua in laguna ed evitare l'allagamento della città. Con le paratoie alzate la stazione di rilevamento di punta della Salute registra un livello di circa 80 centimetri (ore 19), mentre in mare, all'esterno delle bocche di porto, il livello è di poco inferiore ai 130 centimetri.

L’aggiornamento delle previsioni meteorologiche conferma il passaggio sul Mediterraneo di una depressione con intensi e persistenti venti di scirocco sull'Adriatico con rinforzi importanti sulla costa veneta dal tardo pomeriggio. La situazione meteorologica conferma quindi la possibilità di importanti contributi meteorologici alla marea. Questi, associati ai massimi di marea astronomica di sizigia, tenderanno a produrre altrettanti eventi mareali intensi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Venezia, Mose attivo dalle 18 contro l'acqua alta

VeneziaToday è in caricamento