menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bora, maltempo, acqua alta: si "sente" l'inverno. Giovedì si replica

Martedì mattina registrato un picco massimo di 118 centimetri alle 8.30. Ora l'attenzione si sposta al 30 gennaio, quando si arriverà ancora a 110

La marea martedì mattina si è "fermata", si fa per dire, a 118 centimetri sul livello del mare. Un livello molto elevato, registrato al mareografo di Punta della Salute alle 8.30. La punta massima è coincisa con una marea astronomica di 67 centimetri, con un contributo meteorologico di 51 centimetri. L'acqua è rimasta sopra il livello di 110 centimetri per quasi due ore e mezza, dalle 7.25 alle 9.50, ed è oscillata sui 117-118 centimetri per quasi un’ora, dalle 8.10 alle 9. A Chioggia, a causa del vento di bora, la marea ha raggiunto una punta massima di 122 centimetri.

"All’origine del fenomeno - secondo il Centro maree - il passaggio di un perturbazione proveniente da nordovest, nel quadro di una vasta area depressionaria di origine nord atlantica, con la creazione di un centro di bassa pressione sull’Italia centrale e quindi venti di scirocco, sia pure di debole intensità, su medio e basso Adriatico, mentre su Venezia soffia vento di bora, con intensità media sui 35 chilometri orari e raffiche fino a 55 chilometri orari". Le sirene, dunque, sono state azionate alle 5.30 di lunedì mattina aggiornando la previsione precedente che parlava di 115 centimetri a un'altra di 120 centimetri.

Per mercoledì è atteso l’arrivo di una seconda e più forte perturbazione: il Centro Maree prevede per le 9.15 una punta massima di 110 centimetri, e per le 22.35 una di 100 centimetri. Con un sms inviato alle ore 13 ai 55 mila iscritti al servizio, l’Istituzione Centro Previsioni e Segnalazioni Maree ha aggiornato al ribasso, rispetto al bollettino delle ore 9.30, le previsioni per giovedì, e ha anticipato gli orari anche delle previsioni di domani.

Queste le nuove previsioni: meroledì alle ore 8.30 una punta massima di 110 cm, e alle 21.30 una di 100 cm; per giovedì una punta massima di 105 cm (e non 110) alle ore 8 e una di 110 cm (e non 120) alle ore 22. L’aggiornamento è dovuto alla previsione di un minor impatto sulla marea della perturbazione in arrivo domani pomeriggio: poiché la situazione presenta comunque margini di instabilità, in coincidenza con alti livelli di marea astronomica, è opportuno seguire gli aggiornamenti in segreteria telefonica e sui servizi in Internet.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento