menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Le famiglie colpite dal tornado unite in associazione: "Ascoltateci"

Franco Gislon, il promotore: "Siamo un'ottantina di nuclei famigliari. Vogliamo essere interlocutori con le amministrazioni e farci sentire"

"Tra di noi c'è chi è senza una casa e vive con l'affitto pagato dal Comune, chi come me è da amici, altri che si stanno rimboccando le maniche per risolvere i piccoli o grandi danni causati dal tornado dell'8 luglio scorso". In Riviera del Brenta è nata una nuova realtà, perché dopo il tornado che ha devastato i Comuni di Dolo, Pianiga e Mira una volta di più si è scoperto che l'unione fa la forza. Per questo motivo alcune famiglie (sono già una ottantina) che hanno subito danni l'8 luglio scorso hanno deciso di dare vita a un'associazione ufficiale, chiamata "Aiutiamo Famiglie Tornado 8.7.2015".

"E' tutta gente coinvolta direttamente dal tornado - spiega il promotore, Franco Gislon - stiamo risolvendo in questi giorni gli ultimi cavilli burocratici per aprire un nostro conto corrente che servirà per aiutare i privati". I timori dei residenti, infatti, è che i soldi derivanti dallo sblocco del patto di stabilità per le tre amministrazioni locali e quelli messi sul piatto dalla protezione civile possano essere utilizzati solo per il settore pubblico: "Noi ciò che faremo è invece bussare alle porte degli associati e di chi ha bisogno - spiega Gislon - in modo da evitare leggi, burocrazia e calcoli. Chiediamo di poter essere interlocutori anche con i Comuni, in modo da capire quali siano le priorità".

Dopodichè serve anche creare una cassa di risonanza per far sì che l'operazione vada in porto. "La grande mancanza in queste settimane è stata soprattutto dell'informazione - sottolinea Gislon - organizzeremo diversi eventi di beneficenza e cercheremo di farci conoscere il più possibile. Senza strumentalizzazioni o altro". Del resto tra Dolo, Mira e Cazzago di Pianiga la voglia di rialzarsi subito è stata palese fin dal primo minuto dopo il tornado, associandosi si può remare sempre più nella stessa direzione. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Attualità

Rischia di saltare la prima della scuola media Calvi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento