menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Profughi a Cona, il sindaco attacca il Prefetto: "Scrivete tutti a Cuttaia"

Il primo cittadino è perentorio: "Basta arrivi a Conetta". Poi l'invito alla cittadinanza: "Spiegate direttamente a lui le vostre riflessioni e preoccupazioni"

Una semplice richiesta, accorata e perentoria: "Basta arrivi di persone a Conetta". Un messaggio che il sindaco di Cona, Alberto Panfilio, ha voluto far pervenire via mail al Prefetto Domenico Cuttaia per dire "stop" ai migranti nella base missilistica di Conetta. Al riguardo il primo cittadino ha dato le proprie motivazioni, che esporrà nuovamente alla cittadinanza sabato mattina alle 9, in occasione di un incontro pubblico indetto proprio per far chiarezza sulla questione profughi.

"Ho combattuto aspramente la decisione del Prefetto da subito in tutti i modi - ha spiegato Panfilio, specificando comunque che al momento la situazione sanitaria è sotto controllo - Sono stati tutti visitati e vaccinati, nessuno ha segnalato casi di frizione tra ospiti e cittadinanza. Il territorio è presidiato 24 ore su 24 dalle forze dell'ordine. Sono stato alla base due ore, ho controllato la situazione e spiegherò ai cittadini cosa si sta facendo. Ho provveduto, con l'aiuto della Proloco, a dare dei servizi igienici alle forze dell'ordine. Non mi competeva, ma è un segno di civiltà".

Poi l'attacco alla Prefettura: "Considerato il fatto che il responsabile di quello che sta avvenendo a Conetta è il signor Domenico Cuttaia, invito ogni cittadino di Cona a scrivere una lettera, a lui indirizzata, con le proprie preoccupazioni e riflessioni. Mi impegno personalmente a recapitarle". E da Panfilio arriva anche la proposta di formazione di un comitato contro i nuovi arrivi: "Serve un gruppo di persone che coordini la nascita di un comitato per un no", ha dichiarato. Infine un attacco anche ai sindaci degli altri Comuni del Veneziano: "Qui fra poco supereremo le cento persone, ma mi faccio una domanda di continuo: i miei colleghi sindaci della provincia che tanto parlano di città metropolitana, perché lasciano da solo (nella merda) un collega e i loro concittadini metropolitani di Cona?".

Nel frattempo il sindacato Ugl polizia di Stato ha ringraziato il primo cittadino: "Sono stati messi a disposizione dal sindaco di Cona, Alberto Panfilio, due bagni per le forze di polizia in servizio a Conetta per la vigilanza ai cittadini profughi. Per questo ringraziamo pubblicamente il sindaco, per aver dimostrato celerità nel risolvere la problematica segnalata al nostro sindacato da molti colleghi e per aver dato così dignità agli uomini e donne in divisa".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Veneto ancora in zona arancione, Confcommercio: «Siamo sconcertati»

Mestre

Avviata la riqualificazione di piazzale Cialdini con il nuovo ponte sull'Osellino

Attualità

Giorno della Memoria 2021: il calendario delle iniziative

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Marchio Igp per il vetro di Murano e il merletto di Burano

  • Cronaca

    Sport e attività motoria, cosa si può fare in Veneto: le Faq del Governo

  • Cronaca

    Ufficiali i nuovi colori: il Veneto resta arancione

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento