menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Celentano attacca sulle grandi navi, Orsoni risponde: "Pressapochismo"

Nella canzone "elettorale" lanciata martedì dal Molleggiato in una strofa si mette nel mirino Ca' Farsetti per le navi da crociera in laguna. Il sindaco: "Non abbiamo alcuna competenza"

Come sempre le sue parole, questa volta in musica, non hanno mancato di dividere. E di far arrabbiare. Stavolta però Adriano Celentano sembrerebbe proprio avere sbagliato bersaglio nella sua canzone "scodellata" martedì di invito al voto e di appoggio al Movimento Cinque Stelle.

In "Ti fai del male", infatti, c'è spazio anche per un attacco contro il Comune di Venezia, reo, secondo il Molleggiato, di non fare abbastanza per allontanare le navi da crociera dalla laguna di Venezia: "Fino a quando il Comune di Venezia/non fermerà quei mostri che galleggiano giganteschi/orribili navi che sembrano palazzi/che devastano la laguna/I politici non si accorgono/che quando la bellezza morirà/loro saranno i primi a sprofondare". Questa la strofa che mette nel mirino Ca' Farsetti.

Il problema, ma questo Celentano non lo sa, è che il Comune non ha alcuna autorità sulla gestione delle grandi navi. Per questo il sindaco Giorgio Orsoni sul Gazzettino ha tacciato di "superficialità" e "approssimazione" chi supporta Beppe Grillo. "Evidentemente queste persone amano le cose ad effetto e approssimate - dichiara sul quotidiano venezia - Il Comune di Venezia non ha purtroppo nessuna competenza in materia di traffico marittimo, come è noto a tutto il mondo. Anche se questa competenza l’abbiamo chiesta al Governo".

Sulla stessa lunghezza d'onda il presidente dell'Autorità portuale Paolo Costa, secondo cui una soluzione la si sta cercando in tutti i modi per allontanare i giganti del mare da San Marco. Costa intanto incassa l'appoggio del quotidiano francese Le Monde per il progetto di porto offshore, in grado, secondo i transalpini, di attirare nuovi flussi commerciali dall'estremo oriente, che potrebbero preferire di nuovo l'Europa.

SANDRO TREVISANATO, PRESIDENTE VTP - "Invito Adriano Celentano, anche a nome della società che gestisce il traffico crocieristico a Venezia, ad entrare nella Serenissima a bordo di una nave da crociera". La proposta è di Sandro Trevisanato, presidente di Venezia Terminal Passeggeri. "Sono certo - prosegue Trevisanato - che resterebbe sorpreso per la compatibilità con l'ambiente lagunare e la sicurezza di questo traffico. Sarebbe inoltre una occasione per poter discutere anche con lui, come con altri personaggi di fama internazionale in ambiti diversi della crocieristica, della reale situazione del transito delle navi passeggeri in laguna". Per il presidente di Vtp, "potranno essere smascherate diverse false opinioni diffuse, a partire dalla inesistente pericolosità e produzione di danni ambientali, che mistificano questa forma di turismo vitale per l'economia e l'occupazione di Venezia e del Veneto".

LA CANZONE DI ADRIANO CELENTANO

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lo show "4 Hotel" dello chef Bruno Barbieri parte da Venezia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento