menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La chiesa devastata dopo il crollo

La chiesa devastata dopo il crollo

Chiesa crollata al Lido: "Prima una messa, saremmo morti tutti"

Don Lucio, parrocco degli Alberoni, racconta di una "preghiera ai propri angeli custodi". Indagini in corso per capire le cause del cedimento

Un boato assordante. Il tetto della chiesa dell'istituto "Carlo Steeb" crolla al suolo. Ed è subito panico. Minuti che sembrano ore, e personale che si affretta subito a far la conta degli anziani ospitati nella struttura specializzata degli Alberoni. Dopo il cedimento strutturale di mercoledì pomeriggio la mente di tutti, come riporta il Gazzettino, era corsa indietro alla mattina. Nella chiesa era stata celebrata una messa per la festa dei nonni.

IL CROLLO, I SOCCORSI E LA PAURA

All'interno sia gli anziani, sia i familiari. Una preghiera per i propri angeli custodi. "La Provvidenza ha voluto che il crollo si verificasse più tardi - ha sottolineato don Lucio, il parroco degli Alberoni - li abbiamo pregati intensamente". Fatto sta che Provvidenza o no il volume di macerie cadute a terra è molto ingente. Ci vorranno un paio di giorni per recuperarlo. Se le indagini sono solo all'inizio per capire il motivo del crollo, secondo la direttrice dell'istituto Eleonora Vianello i soccorsi sono stati rapidissimi.

Subito i dipendenti hanno bloccato gli ascensori e portato gli ospiti in un luogo sicuro. All'appello non mancava nessuno dei 186 presenti nella struttura. La chiesa, secondo la direttrice dell'istituto, aveva subito in passato solo interventi di manutenzione di routine. Niente che lasciasse presagire al crollo di mercoledì. Per fortuna nessun ferito, anche se la paura dei parenti di chi è seguito dalla struttura è stata tanta. "Una volta che ho saputo la notizia ho sentito il cuore in gola - spiega il figlio di un'anziana ospitata - Per fortuna non è successo nulla a mia madre".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Attualità

Marea di borse in plastica invade la scala Contarini del Bovolo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento