menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Iran sempre più strategico per le aziende veneziane: "Grandi prospettive per le PMI"

Si è tenuta giovedì mattina nella sede di Confindustria Venezia la conferenza internazionale "Iran, un grande mercato che torna". Sottolineata l'importanza del Paese per l'Italia

Opportunità sempre più concrete e mercato strategico per le aziende italiane dopo la fine dell'embargo. È quanto emerso giovedì mattina al convegno internazionale "Iran, un grande mercato che torna" tenutosi nella sede di Confindustria Venezia. All'incontro, promosso da Confindustria Venezia Area Metropolitana di Venezia e Rovigo, cui hanno partecipato oltre 50 aziende coinvolte in incontri B2B, sono intervenuti anche Matteo Zoppas, Presidente Confindustria Venezia e Roberto Crosta, segretario generale CCIAA Delta Laguna.

Soddisfazione espressa da Matteo Zoppas: "L'evento di oggi è la tappa di un percorso che parte dal 2014 e che ha visto una serie di incontri e meeting, incoming con operatori specializzati. L'Iran ricordo, conta 78 milioni di abitanti, di cui due terzi hanno meno di 35 anni e un livello medio di istruzione elevato. Una ricchezza di capitale umano che si aggiunge a quella di risorse economiche che purtroppo, a causa di un lungo periodo di sanzioni ha vissuto un forte immobilismo economico e politico. Questo è un mercato di significativa importanza con cui consolidare partnership ed investimenti".

Grandi prospettive per le piccole e medie imprese. "Abbiamo attivato contatti e creato opportunità di business sia attraverso l'Ice, che mediante Veneto Promozione, oltre alla cooperazione con soggetti attivi sul territorio - ha continuato Zoppas - Molti sono stati i momenti di dibattito interno, di riunioni, di video conferenze con operatori locali ma anche siamo andati a toccare con mano in loco la realtà economica di questo Paese.Basti pensare alla missione economica organizzata a marzo scorso a Teheran in collaborazione con Veneto Promozione che ha registrato oltre 74 incontri B2B, che hanno riscosso un buon successo tra le aziende partecipanti. Sono stati raccolti alcuni frutti e quel successo ci ha spinto, sotto richiesta di molte imprese, ad organizzare il meeting di oggi, che permette di stringere e rafforzare le relazioni con le personalità economico-politiche di rilievo iraniane, ed è quindi il naturale proseguimento della missione primaverile e dei successivi incontri di giugno".

In ambito UE l'Italia è infatti uno dei paesi con maggior interessi economici in Iran, la cui economia è la seconda dell’area Nordafricana-Mediorientale, vantando un pil di 420 miliardi e un tasso di crescita stimato al 4,4 per cento. Le  sanzioni sono costate oltre 15miliardi di euro  di export a partire dal 2006, di cui oltre il 60% negli ultimi anni., ma o si stima di recuperare circa 3miliardi di euro a livello nazionale nel prossimo biennio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento