Post dello studio legale dopo la tragedia dei treni: chiesta una memoria difensiva

Si è riunito lunedì pomeriggio il direttivo dell'Ordine degli avvocati di Venezia che dovrà, ascoltati gli interessati, decidere se presentare un esposto al Consiglio di disciplina

"Abbiamo preso le decisioni opportune per il caso di specie, nulla di più". Il presidente dell'Ordine degli avvocati di Venezia, Paolo Chersevani, non si sbottona sull'esito della riunione del Consiglio direttivo dell'Ordine dopo il caso dello studio legale mestrino che, tramite un post su Facebook subito cancellato, pubblicizzava i propri servizi pubblicando un articolo di giornare sulla tragedia ferroviaria alle porte di Milano di alcuni giorni fa.

Richiesta una memoria ai legali

A meno di improbabili colpi di scena, il Consiglio direttivo dell'Ordine avrebbe deliberato di avviare l'iter che potrebbe in futuro portare a un effettivo esposto al Consiglio di disciplina distrettuale per far luce sulla vicenda, chiedendo di ravvisare eventuali comportamenti lesivi delle norme deontologiche. A questo punto sarà chiesto ai due rappresentanti dello studio di produrre una memoria difensiva (non obbligatoria) entro 20 giorni, dopodiché la palla tornerà al Direttivo che trasmetterà gli atti al Consiglio di disciplina: quest'ultimo potrebbe chiudere la vicenda o, al contrario, potrebbe ravvisare gli estremi per una sanzione. Tra i possibili illeciti che potranno venire configurati vi sono quello di accaparramento della clientela o quello di mancata "dignità e decoro" nelle comunicazioni pubbliche obbligatorie

Il post incriminato

Del resto il post è diventato virale su profili e pagine di legali e professionisti e da più parti si sono levate richieste di provvedimenti nei confronti dei promotori dell'iniziativa. "Il deragliamento alle porte di Milano ha provocato morti e feriti - si era scritto nel post, poi rimosso - E i congiunti delle vittime e le persone che hanno subito lesioni hanno diritto di ottenere il giusto risarcimento dai reponsabili". Dopodiché lo studio si era detto "in grado di fornire assistenza altamente qualificata alle incolpevoli vittime di questa sciagura", specificando che il pagamento di spese e compensi legali sarebbe avvenuto "solo a risarcimento ottenuto".
 

studio legale ok_censored-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Visite in casa a parenti e amici: le regole per il Veneto a partire da domani

  • Come cambia da domani il Veneto: regole, restrizioni e cosa si può fare

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Dpcm, quando serve l'autocertificazione in Veneto: il modello ufficiale da scaricare

Torna su
VeneziaToday è in caricamento