Fuga d'ammoniaca dalla Metarex di Marcon: forte odore, soccorsi due passanti

L'incidente verso le 19.30 di domenica nello stabilimento vicino al Valecenter. Nessuno ha avuto bisogno di essere portato in ospedale. Entrata alternativa per l'Uci Cinemas

L'odore all'inizio era molto forte, tanto che due passanti hanno chiesto l'intervento del 118, anche per bruciori agli occhi e alle vie aeree. Poi la situazione, con il passare delle ore, si è normalizzata. Preoccupante fuga di ammoniaca verso le 19.30 di domenica all'interno dello stabilimento Metarex di Marcon, azienda attiva nel settore del pesce surgelato. A un certo punto, a causa pare di una valvola che non avrebbe funzionato a dovere, si è registrata la fuoriuscita dal serbatoio del liquido utilizzato per congelare il pesce. 

Al contatto con l'aria, l'ammoniaca è evaporata, emanando un odore fortissimo. Basti pensare, secondo chi è intervenuto, che le bottiglie di materiale a uso domestico hanno circa il 2% del prodotto. E già la presenza dell'ammoniaca si sente. L'incidente non distante dall'area commerciale del Valecenter e del multisala Uci Cinemas. Chi è accorso domenica sera per assistere a qualche film è stato fatto entrare da un varco alternativo rispetto a quello principale, proprio per l'odore di ammoniaca che si percepiva. Ma il multisala ha comunque funzionato regolarmente. 

Preoccupazione, come detto, per due passanti che si trovavano nella zona dello stabilimento al momento della fuoriuscita, verso le 19.30. Ma entrambi, una volta intervenuti i sanitari del 118, hanno rifiutato il trasferimento in ospedale. All'interno dello stabilimento sono entrati i vigili del fuoco del Nucleo Nbcr, con delle tute apposite con tanto di "scafandro". Sul posto anche il sindaco Andrea Follini, che ha sottolineato come non ci sia alcun problema per l'incolumità pubblica. Tant'è vero che non c'è stata alcuna evacuazione. Con il passare del tempo l'odore si è fatto sempre meno pungente, mentre con tutte le precauzioni del caso i pompieri e i tecnici dell'azienda hanno lavorato per sostituire lo "scambiatore", come è stato definito da chi sta operando sul posto. Numerose le telefonate allarmate al 115 al momento della fuoriuscita dell'ammoniaca da parte di passanti e residenti. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus nel Veneziano: è un 67enne di Mira

  • Coronavirus, i dati aggiornati

  • Aumentano i casi positivi al coronavirus: aggiornamenti

  • Coronavirus, inizia la settimana più lunga: gli aggiornamenti

  • L'ordinanza del ministero della Salute e del presidente della Regione Veneto

  • Hanno partecipato al Carnevale di Venezia: scatta la quarantena nel Salernitano

Torna su
VeneziaToday è in caricamento