Faccia a faccia Sboarina - Brugnaro a Verona: "Eccellenze qui e in laguna, dovere dialogare"

Il primo cittadino veneziano in visita a Fieragricola ha avuto venerdì un colloquio informale col titolare di Palazzo Barbieri. Si è discusso di enti culturali, aeroporti, infrastrutture

Un dialogo aperto in cui si posizionano da una parte la Fondazione Arena e dall'altra la Fondazione del teatro La Fenice, da una parte l'aeroporto Valerio Catullo dall'altra il Marco Polo (entrambi a guida Save). Faccia a faccia venerdì tra il sindaco di Verona, Federico Sboarina, e il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro. Un colloquio informale in Fiera a Verona più che altro per conoscersi e per capire come parlare la stessa lingua in termini di sviluppo e di possibili collaborazioni. Il capoluogo lagunare e quello scaligero distano un centinaio di chilometri e si ripromettono di allargare l'orizzonte al contesto regionale, senza cercare di coltivare solo il proprio orticello. 

Il faccia a faccia in Fiera a Verona

Durante l'incontro si è parlato di ciò che unisce le due città (e a volte divide) come il sistema ferroviario e quello infrastrutturale, dopodiché si sono analizzate le realtà comuni, come il turismo e alcuni settori economici di respiro internazionale. Brugnaro era a Verona per visitare Fieragricola: all'incontro hanno partecipato anche il presidente di VeronaFiere, Maurizio Danese, e il direttore generale, Giovanni Mantovani. 

Aeroporti e cultura

“Due città con vocazione internazionale come Verona e Venezia, che distano poco più di cento chilometri, hanno il dovere di dialogare e collaborare – ha commentato il sindaco Sboarina -. I temi sono tanti, due su tutti. Con Fondazione Arena, che non è solo opera lirica ma anche laboratori, produzioni e corpo di ballo, siamo stati di recente in Oman per instaurare nuove collaborazioni; sarebbe sciocco non guardare a Venezia e al suo prestigioso teatro. Per il nostro aeroporto, quello che vogliamo, insieme al territorio e alle categorie, è che diventi un hub importante in un contesto di carattere regionale, nella logica, condivisa anche dal sindaco Brugnaro, dello sviluppo di quella macroregione di cui Verona e Venezia rappresentano i due poli”.

Gli ha fatto eco il titolare di Ca' Farsetti: “Verona è una città bellissima oltre che importantissima per tutta l’area padana – ha affermato Brugnaro -. Le ipotesi di collaborazione aperte sono molte, cultura, turismo, infrastrutture ma anche temi più semplici ma non meno importanti, come la raccolta differenziata”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Cav: due anni di canone Telepass gratuito per i residenti di Venezia, Treviso e Padova

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Bozza del nuovo Dpcm: stretta sui bar, punto su visite e scuola

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 10 gennaio 2021, le previsioni segno per segno

Torna su
VeneziaToday è in caricamento