Jesolo come una discarica: videocamere inchiodano 32 furbetti

Grazie al nuovo sistema di controllo predisposto dall'amministrazione comunale e da Alisea, e che si avvale anche dell'aiuto dell'occhio elettronico, sono stati scoperti i colpevoli, spesso persone residenti fuori Comune

Utilizzavano le vie e alcune aree di Jesolo come una discarica a cielo aperto "privata", ma alla fine sono stati scoperti e sanzionati. Dalla scorsa estate sono ben 32 le multe, da 300 euro l’una, comminate ai “furbetti” della spazzatura trovati grazie al nuovo sistema di controllo predisposto dall’amministrazione comunale e da Alisea, e che si avvale anche dell’aiuto dell’occhio elettronico delle telecamere. Un’offensiva contro l’inciviltà portata avanti dal Comune per le continue segnalazioni dei cittadini di abbandono scriteriato di rifiuti in alcune zone della città, in particolare Pineta e Lido, spesso attorno ai cassonetti deputati alla differenziata.

RIFIUTI ABBANDONATI: AUMENTANO LE SANZIONI A VENEZIA E TERRAFERMA
 
NON SOLO RESIDENTI. L’assessore all’Urbanistica e all’Ambiente Otello Bergamo commenta così queste prime sanzioni: "E’ un primo risultato importante e sul quale insisteremo soprattutto grazie all’atto approvato in consiglio comunale che modifica regolamento sui rifiuti per tentare di arginare questo fenomeno che è dirompente. Una piaga, questa dell’abbandono die rifiuti, che vede colpevoli non solo i residenti ma anche gente che viene appositamente da fuori comune per abbandonare in maniera scriteriata materiale di cui vuole disfarsi. Assieme ad Alisea e agli ispettori ambientali e con l’ausilio di alcune telecamere di video sorveglianza abbiamo così deciso di usare la mano pesante con multe salate per i trasgressori. Un’azione che sta portando i suoi frutti ma che continuerà incessante e per la quale ringrazio tutti i soggetti coinvolti".

MULTE. Per chi abbandona rifiuti ingombranti o sfusi o chiusi in sacchetto al suolo o accanto ai cassonetti, è prevista una sanzione di almeno 300 euro. Estrema attenzione deve fare il titolare di impresa perché abbandonare rifiuti speciali può comportare, se questi sono pericolosi, una denuncia penale. I più comuni rifiuti speciali pericolosi sono: l'eternit, i frigoriferi, i monitor, i neon, gli acidi, i solventi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in auto nel pomeriggio: morto un 19enne di Mira, grave un suo coetaneo

  • Schianto tra un'auto e uno scooter, morto un 17enne

  • Zaia contro il Dpcm: «Posso spostarmi in una metropoli e non tra Comuni con meno di 5mila abitanti»

  • Addio a Mirco Giupponi, l'uomo dei record

  • Un nuovo focolaio di coronavirus all'ospedale di San Donà

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 2 dicembre 2020, le previsioni segno per segno

Torna su
VeneziaToday è in caricamento