menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La foto dello scasso

La foto dello scasso

Non si fermano davanti a nulla: intrusione notturna dei ladri all'obitorio di San Donà

Il tentato colpo nella notte tra giovedì e venerdì nella struttura dell'Ulss10. Non sarebbe stato asportato nulla. Il dg Bramezza: "Spero fossero inconsapevoli di dove si trovassero"

Non si fermano davanti a nulla, nemmeno di fronte all'obitorio. Incursione che lascia senza parole nella notte tra giovedì e venerdì all'interno della struttura dell'Ulss10 a San Donà di Piave. I soliti ignoti, infatti, hanno forzato la porta d'ingresso dell'edificio di via Verdi, sul versante che dà sulla strada e poi si sono concentrati sulla serratura della porta di un ufficio interno, che era chiusa a chiave. Ad accorgersi dell'accaduto il personale ospedaliero giunto al mattino per iniziare la propria attività quotidiana. Gli accertamenti successivi avrebbero confermato che non sarebbe stato asportato nulla, e anche un controllo sulle salme non ha fatto emergere alcunché di anomalo. 

L'intrusione, resa nota da un comunicato dell'Ulss10, è stata subito denunciata ai carabinieri della compagnia della città del Piave. “Mi auguro che chi ha compiuto questo gesto deplorevole fosse inconsapevole del luogo in cui è entrato – commenta il direttore generale dell’Ulss10, Carlo Bramezza - anche perché in un obitorio non si trovano certo denaro o oggetti di valore”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento