rotate-mobile
Cronaca San Giuliano / Ponte della Libertà

Lavori per il tram si spostano di notte, ma il "clou" arriva dopo il Redentore

Da lunedì riprendono le operazioni sul Ponte della Lubertà. Durante il giorno due corsie per senso di marcia, dalle 22 una sola. In zona cantiere limite a 50 orari, altrimenti si andrà a 70 all'ora

Completata con due giorni d'anticipo la prima tranche, prenderà il via nella notte tra domenica e lunedì la seconda fase dei lavori per il tram sul Ponte della Libertà che collega Venezia a Mestre. Lo hanno comunicato, in una conferenza stampa a Cà Farsetti, l'assessore comunale alla Mobilità, Ugo Bergamo, e il presidente di Pmv, Antonio Stifanelli.

Fino al 13 luglio, si procederà quindi con la rimozione dei pali dell'illuminazione e il posizionamento della segnaletica orizzontale e verticale, prima dell'avvio del cantiere vero e proprio per i lavori di posizionamento del cordolo dopo il Redentore.

"Pur scusandoci per i disagi e ringraziando sinceramente tutti coloro che hanno collaborato nella prima fase - ha detto Bergamo - il bilancio è fin qui complessivamente positivo, con la conclusione anticipata che testimonia la volontà di creare il minor disagio possibile. I messaggi lanciati fin da lunedì non erano dunque una presa in giro, ma la coscienza di come erano organizzate le cose".

Stifanelli ha illustrato la fase prossima al via. "I lavori - ha premesso - si svolgeranno quasi esclusivamente di notte. Prevediamo di riuscire a togliere dieci-undici dei complessivi 110 pali a notte, completando così tratti di un chilometro ogni tre giorni, quando si provvederà alla rimozione delle barriere al posizionamento dei newjersey. Nel frattempo, già a partire da questa notte, avremo già predisposto la segnaletica".

Durante i lavori, dalle 22 alle 6, saranno percorribili solo due corsie, mentre, in giornata, ci saranno due corsie per senso di marcia: da Venezia a Mestre di 3,63 e 3 metri e da Mestre a Venezia di 3 e 2,75 metri. "Dopo il 23 luglio - ha aggiunto Stifanelli - le corsie saranno cinque, con quella da 3,63 metri che sarà utilizzata come corsia fissa per il posizionamento delle rotaie, partendo dalla parte nord. Le lavorazioni successive riguarderanno l'inizio dell'asfaltatura, che avverrà in notturna e dovrà concludersi entro metà settembre, per concludere l'opera entro la primavera 2013".

 

Gli unici interventi da compiersi necessariamente durante il giorno, in questa seconda fase, saranno quelli per togliere progressivamente la corrente ai pali: per tempi brevissimi un camioncino occuperà una corsia per permettere agli elettricisti di operare. Per quanto riguarda poi la segnaletica, Stifanelli ha specificato che questa dovrà venir predisposta entro domani notte.

Quanto ai limiti di velocità, il vicecomandante della polizia municipale, Gianni Paganin, dopo aver sottolineato che "i disagi derivati dall'incidente di lunedì mattina sarebbero stati gli stessi anche senza cantiere", ha reso noto che "é stato deciso il compromesso, tra la sicurezza dei lavoratori in cantiere e chi usa la macchina, di prevedere il limite di 50 chilometri l'ora nella corsia attigua a dove è attivo il cantiere e 70 nelle altre. Credo sia un buon compromesso per consentire il flusso dei veicoli e annuncio che, avendo approfittato della prima fase per l'annua manutenzione delle apparecchiature, adesso non ci sarà tolleranza".

 

- UN INCIDENTE FA PIOMBARE PIAZZALE ROMA NEL CAOS

- LUNEDI' POMERIGGIO "NERO": PIAZZALE ROMA "BLOCCATO"

- LUNEDI' MATTINA ANCORA RALLENTAMENTI

- TUTTE LE INFORMAZIONI SUI LAVORI DEL TRAM

 

 

 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavori per il tram si spostano di notte, ma il "clou" arriva dopo il Redentore

VeneziaToday è in caricamento