«Situazione al collasso, carcere senza personale». La denuncia Fp Cgil

«Strutture fatiscenti, turni da 16 ore per la polizia penitenziaria, mancanza di sicurezza». Il sindacato torna sulle condizioni del Santa Maria Maggiore

Carcere Santa Maria Maggiore Venezia, archivio

«Carcere al collasso». Torna l'appello della Funzione Pubblica Cgil riguardo ai «problemi che insistono da troppo tempo alla casa circondariale Santa Maria Maggiore di Venezia e che ricadono sul personale penitenziario». «Pochi operatori e strutture fatiscenti», per Gianpietro Pegogaro del coordinamento regionale Fp Cgil polizia penitenziaria. «Mancano i fondi necessari per interventi di ristrutturazione. La sicurezza degli operatori è compromessa – prosegue Pegoraro - in quanto gli stessi sono in numero inferiore ai minimi stabiliti».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Turni di lavoro

Il risultato, secondo il sindacalista, è che i turni di lavoro sono sempre più insostenibili, «che frequentemente, raggiungono le 16 ore di lavoro continuativo senza fruire di un corretto riposo psicofisico di almeno 8 ore tra un turno e l’altro. Una situazione intollerabile in un luogo di lavoro dove la sicurezza riveste un ruolo fondamentale. Chiediamo con forza l’intervento della Direzione centrale del provveditore regionale dell’amministrazione penitenziaria – conclude il rappresentante sindacale - al fine di ripristinare un corretto funzionamento dell’istituto, la tutela dei lavoratori, e corrette relazioni sindacali che mancano da troppo tempo nell’istituto veneziano».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un nuovo mini focolaio di coronavirus in una casa di riposo di Mestre: anziano all'ospedale

  • Gli aggiornamenti sui casi di coronavirus

  • È stato inaugurato il bicipark di piazzale Roma

  • Il turismo in Veneto sta andando male, dice Federalberghi

  • Scoperto un traffico di ragazze schiavizzate e costrette a prostituirsi in strada

  • Gli aggiornamenti sul coronavirus in Veneto e provincia di Venezia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento