Cronaca

La "marea solidale" degli studenti in aiuto a Venezia

Sono almeno 400 e daranno una mano ad abitanti e attività «finché ce ne sarà bisogno»

In questi giorni è attiva a Venezia la "marea solidale", ovvero un gruppo di più di 400 giovani da tutto il Veneto che hanno avviato, come volontari, una campagna di solidarietà promossa da Rete degli Studenti Medi e Unione degli Uniersitari. Tommaso Biancuzzi, coordinatore della Rete, ha spiegato: «Abbiamo attivato diversi canali (il sito mareasolidale.it, il gruppo Facebook, il canale Telegram) dove registarsi come volontari e fare segnalazioni con richieste di aiuto. Questa mattina siamo in tantissimi: stiamo pulendo librerie, scuole materne, negozi e case di anziani. Nei prossimi giorni continueremo». Per Irene Pizzolotto, coordinatrice Udu Venezia, «di fronte a una politica regionale e cittadina che sa solo invocare Roma e insabbiare le proprie colpe, questi giovani volontari sono la riposta politica più forte. In Veneto e a Venezia c'è chi si sa rimboccare le maniche: sono i giovani! Per noi fare solidarietà è anche questo, una denuncia urlata in faccia a chi con la sua corruzione e i suoi sprechi ha affondato la nostra città». La campagna "Marea solidale" continuerà fino a che ce ne sarà bisogno.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La "marea solidale" degli studenti in aiuto a Venezia

VeneziaToday è in caricamento