Cronaca

Monica Busetto resta in carcere, rigettato il ricorso davanti alla Cassazione

L'operatrice socio sanitaria è stata condannata in appello all'ergastolo per l'omicidio in concorso di Lida Taffi Pamio. I legali difensori chiedevano il ritorno all'obbligo di firma

Monica Busetto resta in carcere. I giudici hanno rigettato il ricorso per Cassazione presentato dagli avvocati difensori dell'operatrice socio-sanitaria condannata in appello all'ergastolo per l'omicidio in concorso dell'anziana Lida Taffi Pamio, l'87enne massacrata a coltellate nella sua abitazione di via Vespucci a Mestre il 20 dicembre 2012.

Ad accusarla è stata Susanna "Milly" Lazzarini, che durante una lunga udienza ha raccontato come secondo lei si sono svolti i fatti in quell'appartamento al fianco del quale viveva la Busetto (comunque condannata anche in primo grado senza le rivelazioni della rea confessa). I suoi avvocati difensori, Alessandro Doglioni e Riccardo Busetto, avevano impugnato la misura cautelare davanti alla Cassazione. La decisione dei giudici a Roma è giunta venerdì: l'ex dirimpettaia di Lida Taffi Pamio, che si è sempre professata innocente, dovrà rimanere in carcere.

Le motivazioni del rigetto del ricorso saranno depositate nei prossimi giorni. "Avevamo fiducia nei giudici - spiega Doglioni - perché la motivazione con cui nella sentenza di Appello è stata disposta la carcerazione è solo il pericolo di fuga. Ma Monica Busetto ha sempre tenuto un comportamento esemplare. Quando è uscita dal penitenziario della Giudecca si è sempre presentata puntualmente, settimana dopo settimana, al posto di polizia per l'obbligo di firma".

La richiesta è che si tornasse al regime precedente alla sentenza pronunciata nell'aula bunker di Mestre, perché - è la ratio del ricorso - Monica Busetto non avrebbe mai manifestato la volontà di fuggire all'estero, e nemmeno i suoi comportamenti avrebbero mai denotato un'inclinazione del genere: "Mai un prelievo superiore al solito - conclude il legale - mai un appuntamento mancato. Nulla di nulla". Ora la battaglia si sposterà in Cassazione, dopo la condanna in appello.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monica Busetto resta in carcere, rigettato il ricorso davanti alla Cassazione

VeneziaToday è in caricamento