Cronaca Jesolo / Via Equilio

Jesolo, risse e spaccio di droga: la polizia chiude un locale

Da maggio è stato registrato un crescendo di episodi di violenza, aggressioni e vicende legate agli stupefacenti. Il questore Roca avanza il provvedimento: porte chiuse per sette giorni

Risse, spaccio di droga e violenza in generale. E’ stato notificato nella mattinata di mercoledì, al titolare di un locale di via Equilio a Jesolo, il provvedimento, firmato dal questore di Venezia, Vincenzo Roca, con il quale è stato disposto che la sospensione delle attività per una settimana.

Troppi, infatti, erano stati gli interventi delle Forze dell’ordine per non ritenere che il locale fosse diventato un luogo “a richio” per l’incolumità pubblica: diversi sono stati gli episodi di violenza registrati da agenti e militari da maggio fino ai giorni scorsi. Il 12 maggio, poco dopo l’una di notte, una lite interna al locale aveva causato tre feriti tra giovani nordafricani e un italiano, ma già dal successivo mese di giugno, è stato registrato un crescendo di episodi di violenza, aggressioni e vicende legate allo spaccio di stupefacenti.

La divisione polizia amministrativa e sociale della Questura di Venezia, nel recepire le diverse segnalazioni giunte dal personale del locale commissariato e dall’Arma dei carabinieri intervenuti nelle diverse occasioni, ha constatato che trovavano piena applicazione i presupposti per la sospensione della licenza, e quindi la chiusura del locale, per motivi di ordine e sicurezza pubblica. Il provvedimento è stato eseguito mercoledì mattina ad opera degli agenti del commissariato di Jesolo che hanno apposto l’idoneo avviso all’ingresso del locale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Jesolo, risse e spaccio di droga: la polizia chiude un locale

VeneziaToday è in caricamento