menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lotta senza quartiere al bullismo, polizia: "Un fenomeno che va capito e conosciuto"

Partecipazione, curiosità e coinvolgimento degli studenti che hanno preso parte mercoledì, al liceo Luigi Stefanini di Mestre, al seminario "Frena il bullo". I pericoli sul web

Una lezione speciale dedicata a 150 studenti, quella di mercoledì mattina al liceo Luigi Stefanini di Mestre. Un dibattito interamente centrato su bullismo e cyber bullismo e su tutti i pericoli derivanti dall'uso distorto della rete e dei social. L'iniziativa veneziana è parte di un progetto nazionale, presentato dalla Fondazione Asso-Safe, dal Siap-polizia di Stato e dall’associazione Adli (associazione dei datori di lavoro italiani).

Relatori  di "Frena il bullo" sono stati: la dottoressa Giuseppina Filieri, psicologa e vicepresidente della Fondaziona Asso-Safe, il criminologo della polizia di Stato, dottor Carlo Corrà e sul tema del bullismo via web, Alberto Faggionato, responsabile informatico della Asso-Safe. Per il Siap erano presenti il segretario regionale, Cristiano Cafini e per la segreteria provinciale Marco Mizzau. In rappresentanza della scuola è intervenuto il professor Verla. 

I ragazzi delle classi prime del liceo hanno seguito e partecipato con interesse al seminario, che ha toccato nel concreto un fenomeno quanto mai attuale e che va conosciuto e capito per poter essere affrontato. Il tema è stato trattato sia nei suoi aspetti psicologici e sociali, che in quelli tecnici e penali, con particolare riferimento al cyber bullismo e all’utilizzo improprio di dati informatici. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento