Sequestrate 14 tonnellate di pesce illegale

Controlli della guardia costiera su tutto il litorale, da Caorle a Chioggia. In tutto multe per quasi 60mila euro

Pesce spada pescato nel Mediterraneo in tempi vietati e prodotto ittico di importazione per un totale di 14 tonnellate: a tanto ammontano i sequestri eseguiti sul litorale veneto dalla guardia costiera, che ha emesso in tutto 42 sanzioni, per 58mila euro, nell'arco di un'operazione durata un paio di settimane. Nelle verifiche sono stati impegnati 30 militari di tutti i Comandi veneti della guardia costiera, con la collaborazione del secondo Gruppo della guardia di finanza di Venezia.

Controlli

Le ispezioni - 27 in tutto, sia presso rivenditori all'ingrosso che al dettaglio - si sono concentrate sulla detenzione e commercializzazione irregolare di pesce spada pescato nell’arco temporale che va dall'1 gennaio al 31 marzo, periodo in cui questo tipo di pesca è vietato. I controlli hanno riguardato l'intera filiera, la tracciabilità e la rintracciabilità, il rispetto della taglia minima, la tutela delle specie protette e il rispetto della normativa igienico-sanitaria, il tutto a tutela del consumatore finale.

I sequestri

Tra Jesolo e Venezia, in tre diverse operazioni, sono state accertate violazioni per 30mila euro, con conseguente sequestro di diversi esemplari di pesce spada. A Caorle, invece, è stata requisita una tonnellata di prodotto, in parte privo di etichettatura e in parte scaduto (multe per 11500 euro). Altre violazioni registrate a Chioggia, per 21mila euro di multa con sequestro di 350 chili di prodotto non conforme. Infine gli operatori hanno sequestrato 12 tonnellate di prodotto surgelato di varia specie presso una grossa sede logistica veneta che etichettava la merce con denominazioni fuorvianti. Il prodotto era destinato a vari punti vendita del Veneto, l'azienda è stata multata per 6mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Veneto resta giallo? Zaia: «Dipendiamo da Rt, ma non abbiamo demeriti per cambiare zona»

  • Natale con congiunti ma senza abbracci: le regole per cenone e veglione di Capodanno

  • 60enne si allontana da casa e scompare, trovato senza vita

  • Domani si decide sul colore del Veneto, Zaia: «Pressione su ospedali, ma tutto sotto controllo»

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Coronavirus, il prossimo mese il Veneto potrebbe essere area a rischio elevato

Torna su
VeneziaToday è in caricamento