rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Cronaca Marghera / parco Emmer

Sorpresi a spacciare in parco Emmer, un arresto e una denuncia

I poliziotti, in abiti civili, hanno messo in fuga un gruppo di pusher che riforniva i tossicodipendenti di Marghera: due di loro ora sono nei guai

Un arresto e una denuncia nel pomeriggio di venerdì scorso, a Marghera: gli uomini del commissariato hanno infatti bloccato un cittadino straniero colpevole di detenzione di stupefacenti a fini di spaccio. I poliziotti lo hanno sorpreso mentre, assieme ad altri nord africani, era intento a vendere droga ad alcuni tossicodipendenti all'interno del parco Emmer a Marghera.

DELITTO E CASTIGO - Resisi conto della presenza del personale di polizia in abiti civili, i sospetti hanno subito messo gambe in spalla e hanno tentato la fuga. Dopo una lunga corsa uno di loro è stato fermato e nelle sue tasche sono stati rinvenuti sette grammi di hashish e 160 euro in contanti. Posto in stato d'arresto, l'uomo, di origine magrebina, è stato sottoposto a giudizio direttissimo nella mattina di sabato, e condannato ad otto mesi di reclusione e duemila euro di multa, pena sospesa. I soldi trovati nelle sue tasche sono stati confiscati in quanto ritenuti provento della vendita di sostanza stupefacente. Nella stessa operazione un altro tunisino, riuscito a sottrarsi ai controlli, è stato comunque denunciato in stato di libertà in quanto anch’egli responsabile della cessione di una dose di eroina ad un tossicodipendente di Jesolo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sorpresi a spacciare in parco Emmer, un arresto e una denuncia

VeneziaToday è in caricamento