menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In manette perché spacciava a minorenni: libero, torna a vendere la "maria" a due 15enni

Indispensabile l'aiuto del cane antidroga Kuma. Il pusher, un 26enne nigeriano, era stato sorpreso al Parco Albanese, zona stagno. Ora dovrà attendere il processo di convalida

Kuma in prima linea contro gli spacciatori. Il cane antidroga in forza alla polizia locale di Venezia, infatti, la scorsa settimana aveva aiutato una squadra del Servizio sicurezza urbana ad arrestare un pusher nigeriano, mentre stava "confabulando" con due giovani al Parco Albanese, entrambi minorenni. Il terzetto, in disparte nella zona dello stagno, era poi passato ai fatti, con lo scambio incrociato di un involucro e del denaro in contante.

A quel punto gli agenti erano entrati in azione, fermando i due ragazzini in via Motta. I giovani, di 16 anni, a richiesta avevano consegnato lo stupefacente, circa 7 grammi di marijuana, appena comprato per 70 euro. Lo spacciatore, invece, era stato arrestato. Ma il provvedimento restrittivo non gli andava a genio, e sei giorni dopo, una volta libero, ha deciso di tornare a spacciare. Questa volta a due ragazzi di 15 anni. Colto in flagranza, il 26enne è stato condotto nelle camere di sicurezza della polizia locale, in attesa del processo che si terrà tra due settimane.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate 2021, Ryanair annuncia 65 nuove rotte dal Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento