rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Tentato omicidio a Bibione / San Michele al Tagliamento

I carabinieri diffondono le foto del ricercato: «Se lo vedete chiamate il 112»

È ancora in fuga l'uomo che lunedì ha sparato contro tre persone a Bibione. Le forze dell'ordine sono sulle sue tracce

Continuano le ricerche di Artur Haxhiu, cinquantenne di origini albanesi che lunedì mattina avrebbe sparato contro tre persone a Bibione. I carabinieri della compagnia di Portogruaro hanno diffuso due fotografie del ricercato, lanciando l'appello: «Chiunque dovesse vederlo è pregato di contattare il numero di emergenza 112».

1-12

La vicenda

L'uomo è in fuga da ieri ed è ritenuto responsabile di una doppia sparatoria. A quanto si è appreso, l'aggressione si è svolta in due momenti distinti. I primi spari sarebbero stati esplosi in via Pirano, dove sono rimasti feriti in due. Tra loro, un uomo albanese di circa trent'anni avrebbe riportato le lesioni più gravi: portato all'ospedale di Mestre, è stato operato ed è in prognosi riservata. L'altro è un italiano di Latisana. All'origine del gesto, forse, dei contrasti per motivi di soldi legati all'ambiente lavorativo: vittime e aggressore, infatti, sono colleghi e lavorano per la stessa ditta.

Successivamente il presunto sparatore si è spostato in via della Vega, distante poche centinaia di metri. Lì avrebbe suonato al campanello di casa di un conoscente (anche lui connazionale), lo avrebbe atteso giù dalle scale e quando è sceso avrebbe esploso un colpo. In qualche modo l'aggredito si è difeso, è stato colpito solo di striscio e ne è uscito con lesioni lievi. In questo caso ci sarebbe un pregresso: due anni fa la vittima aveva denunciato l'altro per essere stato minacciato da lui con un coltello. La condanna per quell'episodio è stata pronunciata il 22 maggio scorso. È possibile, quindi, che l'aggressore abbia voluto vendicarsi a modo suo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I carabinieri diffondono le foto del ricercato: «Se lo vedete chiamate il 112»

VeneziaToday è in caricamento