menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le esche (Via il Gabbiotto dal Campanile)

Le esche (Via il Gabbiotto dal Campanile)

Derattizzazione fai da te, allarme a Venezia per le esche velenose

Alcuni residenti hanno disseminato delle pericolose esce in calli e campielli. Il pericolo è che vengano mangiate da cani o da bambini

L'allarme venerdì mattina si è subito propagato sui social network. A suon di foto condivise di esche per topi disseminate qua e là per alcuni campi del centro storico. Una scoperta preoccupante, che dimostra come qualche residente abbia avuto l'idea di tentare di aver ragione dei ratti nel modo peggiore possibile. Perché quelle esche potrebbero essere mangiate anche da cani o gatti e pure da qualche bambino troppo "curioso".

Come riporta il Gazzettino, le segnalazioni sono arrivate soprattutto da campo Santa Marina e da campo Santa Maria Formosa, zona in cui dalla mattina di venerdì si sono moltiplicate le segnalazioni a polizia municipale e questura. Veritas, allertata dalle forze dell'ordine, ha quindi ripulito l'area. Mettendola in sicurezza.

A indurre qualche cittadino nelle notte di giovedì a posizionare numerose polpettine avvelenate tra calli e campielli forse anche la constatazione che i ratti negli ultimi mesi sembrerebbero essersi fatti più "intraprendenti", rendendo quasi inutili le "rat-box" disseminate da Veritas in punti strategici della città. Di conseguenza qualcuno deve avere pensato di passare alla "giustizia fai da te", sbagliando.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento