menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si conoscono su Facebook, «Mi ha violentata»: 50enne assolto

La donna aveva denunciato di essere stata costretta a subire un rapporto sessuale

Si sono conosciuti su Facebook, sono usciti insieme per mangiare una pizza e lui le ha chiesto di seguirlo a casa. Poi, lei ha denunciato di essere stata violentata e il giorno successivo si è presentata all’ospedale. Si è concluso ieri il processo a un 50enne veneziano, di professione guida turistica, che era stato accusato di violenza sessuale dei confronti di una donna di 44 anni di origini giapponesi.

La 44enne si era rivolta alla polizia e al pronto soccorso di Venezia dove era stata sottoposta agli esami del caso. Al termine delle indagini la procura aveva portato a processo il 50enne che, assistito dagli avvocati Augusto Palese e Gian Luca De Biasi, aveva chiesto il rito abbreviato, che permette di usufruire dello sconto di un terzo della pena in caso di condanna.

Il pubblico ministero Massimo Michelozzi aveva chiesto una condanna a quattro anni, mentre la difesa aveva fatto emergere alcune contraddizioni sul racconto della donna, come il fatto che sul corpo non fosse presente alcun segno di violenza se non una piccola ecchimosi. LA presunta vittima, inoltre, era seguita da anni dal centro di salute mentale di Venezia. Martedì mattina è arrivata la sentenza: il giudice ha assolto il 50enne perché il fatto non sussiste.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento