Siglata la collaborazione tra la Benefit company pieces of Venice e l’associazione masegni & nizioleti

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

La bellezza salverà Venezia, un pezzo alla volta. Nel Campo di San Trovaso oggi è stata siglata la collaborazione tra Pieces of Venice e Masegni & Nizioleti, che prevede il finanziamento di attività per la salvaguardia di Venezia da parte della Benefit Company in sinergia con l’associazione veneziana.

Per l’occasione, oltre alle firme del presidente di Masegni & Nizioleti Nicola Tognon e dei soci fondatori di Pieces of Venice Karin Fiebel e Luciano Marson, si è voluto siglare l’accordo ripulendo assieme la vera da pozzo di Campo San Trovaso, che torna così a splendere. “È ora che il Design si metta a servizio di Venezia” ha dichiarato Luciano Marson, fondatore del progetto e designer di primo piano, vincitore di ben tre Compassi d’Oro, massimo riconoscimento nazionale nel settore. “Con questa collaborazione il cerchio si chiude” - ha aggiunto Karin Fiebel - “Gli oggetti di Pieces of Venice, creati con materiali di recupero di Venezia e la sua laguna, vengono plasmati dalla visione dei designer e dalle mani esperte dei ragazzi della Cooperativa Sociale Futura per diventare di nuovo un aiuto concreto alla bellezza e unicità di Venezia”.

Quando nel 2017 nacque il progetto Pieces of Venice il sentimento che mosse questa start up era il profondo amore che univa Luciano e Karin, ideatori del progetto, a Venezia. Luciano Marson disegnò il primo oggetto, Elica, che diede il via a questa originale collezione e conquistò la squadra di amici e designer coinvolti successivamente nel progetto. La missione era chiara: restituire bellezza attraverso la progettazione di nuovi e unici souvenir per Venezia. Perchè forse la bellezza non salverà il mondo, ma di sicuro ci fa vivere tutti meglio! Il progetto è stato fin da subito accolto, apprezzato e compreso da tutti. Gli oggetti di Pieces of Venice, infatti, dopo poco più di un anno sono esposti e in vendita in alcuni dei luoghi più belli della città, dai Musei Civici al Fondaco dei Tedeschi fino all’Hotel Aman. A ottobre il progetto è stato selezionato dall’ADI Design Index 2019 nella categoria ‘Design per il sociale’ e ad oggi concorre per il Premio Compasso d’Oro 2020, la più alta onorificenza nel campo del design italiano.

www.piecesofvenice.com

www.facebook.com/PiecesOfVenice/

www.instagram.com/pieces.of.venice/

Torna su
VeneziaToday è in caricamento