Caro Babbo Natale ti scrivo: gli alunni della scuola Giotto alle poste con le lettere

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

Riceviamo e pubblichiamo:

"Le Festività sono alle porte e Poste Italiane rinnova la tradizione di raccogliere le letterine scritte dai bambini a Babbo Natale per esprimere desideri, dare voce ai sogni e richiedere un dono. Per questo motivo, quest’anno cinquanta alunni della scuola primaria “Giotto” di Dolo, con i loro insegnanti, si sono personalmente recati in ufficio postale dove sono stati accolti dalla direttrice Celeste Porena e da un portalettere, che ha spiegato loro il percorso delle lettere. Ogni anno, infatti, Poste Italiane riceve e smista migliaia di letterine che i bambini inviano a Babbo Natale con i più svariati indirizzi di fantasia, assicurando loro una risposta personalizzata. Il fascino, il mistero e la gioia, di una tradizione antica si rinnovano puntualmente così ad ogni Natale grazie al crescente entusiasmo dei più piccoli, testimoniato dal numero sempre più elevato di letterine spedite: dalle 40.000 del 1999 alle 130 mila del 2014. Anche per il Natale 2015 si prevede un elevatissimo volume di corrispondenza destinata a Babbo Natale. La lettera  continua a rappresentare per piccoli e adulti uno dei momenti più belli della tradizione natalizia, che Poste Italiane sostiene promuovendo il piacere della scrittura e donando la gioia di ricevere un messaggio da un personaggio tanto amato come Babbo Natale."

Torna su
VeneziaToday è in caricamento