rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Cronaca Pellestrina

Auto della Mantovani incendiate a Pellestrina: le fiamme sono dolose

Il rogo sabato sera nel parcheggio dell'imbarcadero di Santa Maria del Mare. Coinvolta una terza vettura di un residente. Indagini in corso

Fiamme con ogni probabilità dolose. In un periodo in cui la Mantovani è inevitabilmente nel mirino a causa dell'inchiesta che ha coinvolto il suo presidente Piergiorgio Baita. Inevitabile quindi che gli inquirenti vogliano vederci chiaro e allo stato delle cose non possano escludere alcuna pista nel far luce sul rogo che sabato sera verso le 23 ha distrutto due auto del colosso delle costruzioni veneto parcheggiate vicino all'imbarcadero di Santa Maria del Mare, a Pellestrina.

Le fiamme, secondo alcune testimonianze riportate dai quotidiani locali, si sarebbero dapprima sviluppate su un Fiat Doblò e un'Audi station wagon per poi allargarsi anche a un terzo veicoli di proprietà di un residente, una Fiat Punto. Tutte le auto sono andate completamente distrutte, nonostante l'intervendo di due squadre dei vigili del fuoco di Venezia.

Ma si poteva far poco di fronte alla violenza dell'incendio. Le due vetture della Mantovani erano utilizzate dagli operai del cantiere del Mose per muoversi dal cantiere di costruzione del sistema di paratoie mobili alla bocca di porto di Malamocco all'imbarcadero. Da dove poi parte il ferry boat alla volta di Punta Sabbioni. Sui motivi del possibile gesto doloso (gli accertamenti dei pompieri sono ancora in corso) è ancora mistero. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Auto della Mantovani incendiate a Pellestrina: le fiamme sono dolose

VeneziaToday è in caricamento