menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Biennale 2013, partenza record: 4mila visitatori in soli due giorni

Positivi anche i bilanci di albergatori e Actv, mentre per le calli si sono visti bar gremiti e taxi sempre occupati. Una vera boccata d'ossigeno

La Biennale di Venezia è stata inaugurata solamente sabato, ma in Laguna è già boom di presenze. I primi due giorni di apertura, infatti, hanno già fatto registrare migliaia di visitatori e domenica le biglietterie hanno staccato il ticket numero 4mila a neppure 48 ore dalla prima apertura dei cancelli. Ma, come sottolinea la Nuova Venezia, a beneficiare del massiccio afflusso turistico non è solo il “Palazzo enciclopedico” di Massimiliano Gioni e Paolo Baratta (rispettivamente il curatore e il presidente della Biennale), ma l'intero centro storico.

"PRIMO ASSALTO": LA LAGUNA INVASA DAI TURISTI

TUTTO ESAURITO – Le cifre, infatti, parlano chiaro: nella settimana appena trascorsa gli alberghi della città segnalavano il tutto esaurito, con prezzi da altissima stagione. Si tratterebbe proprio della “fascia d'oro” dei turisti, pubblico internazionale ad alto potere d’acquisto e disposto a fermarsi per qualche giorno. Albergatori e operatori del settore ringraziano quindi la 55esima Esposizione d'arte contemporanea, che grazie anche ai numerosi eventi collaterali e performance “seminate” per tutto il territorio, dalle isole a Forte Marghera, ha saputo far respirare alla città un'aria da capitale della cultura europea. Positivo anche il primo bilancio Actv, che ha registrato un'impennata incredibile di vendite di biglietti, utili a coprire il buco di 8 milioni che la società ha registrato nei mesi passati. Resta ora solo il problema del Vaporetto dell'arte, che continua ad avere costi eccessivi a fronte di una scarsa attrattiva sul pubblico, persino nei giorni della Biennale.

BIENNALE 2013: TUTTE LE INFORMAZIONI UTILI

FERRY ALLA BIENNALE, PELLESTRINA ISOLATA

IN CITTÀ E TRA I PADIGLIONI – In generale, come riporta il quotidiano locale, la 55esima esposizione d'arte sta dando nuova vita alla città: dai taxi, sempre introvabili, a negozi, bar e ristoranti, passando per ogni tipo di esercizio pubblico o servizio, c'è tanto lavoro per tutti. I veneziani borbotteranno un po' di più vedendo calli e ponti sempre gremiti, ma per le casse dei lavoratori lagunari si tratta di una importante boccata d'ossigeno. La Biennale stessa “corre” contro il tempo per aggiustare il suo bilancio e, soprattutto, per raggiungere l'ambizioso obiettivo dell'autonomia finanziaria. Tra sponsor, servizi ed incassi la manifestazione potrebbe riuscire a coprire interamente i propri costi, al netto del finanziamento pubblico. Per la imminente Mostra delle Arti Visive l'investimento complessivo è di circa 13 milioni di euro, ma Baratta ha già annunciato in occasione della sua presentazione che è già “coperta” per ben 11,9 milioni, che comprendono le sponsorizzazioni, i proventi della bigliettazione valutata sulla precedente edizione, forte di 450 mila presenze. Insomma, se la Biennale si vede dal suo “mattino”, il primo weekend di questa 55esima edizione ha sicuramente indicato la strada per il boom.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Attualità

Marea di borse in plastica invade la scala Contarini del Bovolo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento