menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lotta allo spaccio di droga, i carabinieri setacciano Mestre

Controlli a raffica in zona Bissuola, nel mirino il parco Albanese. Sequestrati quasi settanta grammi di marijuana in due distinte operazioni dell'Arma

Settimana piena per i carabinieri della compagnia di Mestre che hanno battuto a tappeto la città per prevenire i fenomeni di microcriminalità e contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti. I controlli hanno riguardato in particolare il vasto parco Albanese (il cosiddetto parco della Bissuola) che è spesso frequentato da pusher e tossicodipendenti che spesso si mescolano a chi invece frequenta lo spazio verde per trascorrere qualche ora di relax o di sport all’aria aperta.

Sabato i militari dell’Arma mestrina hanno deferito un senegalese 22nne, notato all’interno del vasto parco insieme a numerosi giovani. L’africano è stato sorpreso su una panchina che utilizzava evidentemente come “appoggio” e dopo aver visto la pattuglia dell’Arma ha iniziato a scappare. Ne è scaturito un breve inseguimento a piedi al termine del quale il giovane è stato bloccato e trovato in possesso di dodici grammi di marijuana, suddivisi in singoli involucri, pronti per lo smercio al dettaglio, nonché la somma di 260 euro, ritenuta il provento dell’attività illecita.

Un secondo massiccio controllo lunedì, quando alcuni carabinieri in borghese fingendo di fare jogging hanno fatto da apripista ad un blitz che ha visto l’impiego di ben cinque pattuglie. Nel corso del controllo sono stati identificati una ventina di extracomunitari africani e sequestrati circa 50 grammi di marijuana in dosi rinvenute occultati tra i cespugli. Due giovani sono stati segnalati alla prefettura di Venezia per l’uso personale di sostanze stupefacenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate 2021, Ryanair annuncia 65 nuove rotte dal Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento