Lotta all'abusivismo commerciale continuano i sequestri a Caorle

Operazione anti commercio abusivo a Caorle. Utilizzo, a supporto, anche della nuova unità cinofila della Polizia Municipale di Caorle

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

Riceviamo e pubblichiamo:

 

Martedi 21 giugno mattina il Comando di Polizia Municipale, coadiuvato da militari dell'Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e della Capitaneria di Porto, nell'ambito di controlli straordinari del territorio finalizzati ad intercettare le merci che poi riforniscono il mercato illegale nelle spiagge, ha istituito alcuni posti di blocco sulle principali arterie che portano alla città e controllato due appartamenti situati nel centro cittadino che, come evidenziato dalle attività di indagine effettuate nei giorni precedenti, oltre ad ospitare numerosi cittadini extracomunitari, ben oltre la capienza degli alloggi, fungevano anche da magazzino per le merci destinate alla vendita in spiaggia.

Nel corso delle operazioni sono state identificate n. 30 persone, in gran parte provenienti dal Bangladesh e dal Senegal, tutte risultate in possesso di regolare permesso di soggiorno e sequestrati n. 2.874 articoli di merci varie ( Bracciali, collane, occhiali, rose, aquiloni, ecc.), in quanto detenuti per la vendita in assenza di autorizzazioni che ne legittimassero il possesso, così come previsto dall'art. 43 bis del Regolamento di Polizia Urbana, oltre a 70 occhiali con marchio contraffatto per cui il detentore è stato denunciato alla competente Autorità Giudiziaria.

L'operazione di oggi segue e si integra con i controlli che il Comando di Polizia Locale sta svolgendo in collaborazione con il personale ispettivo della C.C.I.A.A. Delta Lagunare presso gli esercizi di vicinato, che hanno come primo obiettivo la tutela della salute dei consumatori, ma che consentono spesso di smascherare, dietro ad una parvenza di legalità data dall'attività commerciale, dei veri e propri centri di rifornimento e smistamento delle merci destinate agli abusivi.

Per la prima volta alle operazioni ha partecipato anche Eddy, uno splendido Labrador di colore nero di 16 mesi che, insieme al suo conduttore, forma l'unità cinofila della Polizia Municipale di Caorle.

Torna su
VeneziaToday è in caricamento