rotate-mobile
Cronaca Mira

Doveva essere un normale controllo, gli scoprono 92 chili di hashish in auto

Gli agenti della guardia di finanza hanno arrestato un 30enne di origine marocchina che, a un posto di blocco a Mira, è tentato di scappare per salvare il carico illegale

Doveva essere un normale controllo. Le Fiamme Gialle non pensavano di certo che di lì a poco avrebbero sequestrato novantadue chili di hashish. A un cittadino di origine marocchina, R.D., 30enne, è stato intimato l'alt su una strada secondaria di Mira. L'uomo si è fermato non riuscendo però a nascondere il nervosismo. Al primo accenno di approfondimento dei controlli ha tentato di fuggire.

 

Ma la sua corsa è durata poche centinaia di metri. Fatto scendere dal veicolo, gli agenti della guardia di finanza hanno scoperto presto il motivo di tanta "fretta": L'uomo nascondeva novantadue chili di hashish. Le indagini proseguono per capire dove fosse diretto il carico illegale e chi fosse il fornitore di tanta sostanza stupefacente. Il fatto che l'auto sia stata bloccata non su una strada principale potrebbe indurre a pensare che il destinatario dell'hashish, nascosto in tre grandi sacchi di juta, poteva trovarsi nelle vicinanze. Il corriere è stato arrestato con l'accusa di traffico di sostanze stupefacenti e portato nel carcere di Santa Maria Maggiore.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Doveva essere un normale controllo, gli scoprono 92 chili di hashish in auto

VeneziaToday è in caricamento