Cronaca

Due nuovi motobattelli ibridi per la flotta di Actv

La realizzazione, del valore di 6,6 milioni di euro, è stata affidata al cantiere navale Vittoria di Adria. Entreranno in servizio nel 2024

È stata affidata al cantiere navale Vittoria di Adria (Rovigo) la costruzione di due motobattelli foranei ibridi diesel-elettrico da impegnare in laguna nord sulle linee 12, 14 e 15 che collegano Venezia con Murano, Mazzorbo, Burano-Torcello e il litorale di Cavallino-Treporti.

Le due unità, del valore complessivo di oltre 6,6 milioni di euro, verranno sviluppate con propulsione ibrida, che consentirà una navigazione sostenibile in laguna, ponendo attenzione tanto alle emissioni in atmosfera quanto al moto ondoso. I due motobattelli, costruiti sul modello “caffettiera” già in uso sulla serie 400, entreranno in servizio nel 2024, unitamente ad altri 7 motobattelli foranei a trazione tradizionale che entreranno in esercizio tra 2023 e 2024, per un valore di oltre 13,5 milioni di euro. Altri 8 motobattelli foranei ibridi, infine, verranno realizzati entro il 2032 con un impegno di spesa ulteriore di 26,5 milioni di euro. Tutte le nuove unità saranno dotate di servizi igienici a bordo, in conformità alla normativa vigente.

I due nuovi motobattelli ibridi

A caratterizzare le due nuove unità per il trasporto passeggeri, denominate CV 916 e CV 917, sarà il sistema di propulsione completamente innovativo e moderno, in accordo con le più recenti normative, composto da tre generatori diesel a giri variabili ciascuno da 100 kilowatt, batterie al LiFePO4 per circa 200 chilowattora totali, gruppi inverter e caricabatterie, due motori elettrici di propulsione a giri variabili tarati a 147 kilowatt per 1800 giri al minuto e, infine, due linee d’assi con eliche a passo fisso collegati ai motori elettrici di propulsione mediante invertitori/riduttori.

I motobattelli saranno in acciaio al carbonio e lega leggera, lunghi fuori tutto oltre 31 metri e larghi oltre 5.6 metri. Potranno ospitare fino a 400 passeggeri e riceveranno la certificazione di classe "Rina" previste per le navi completamente automatizzata e con propulsione ibrida.

«Procediamo speditamente al rinnovo della flotta, sviluppando il servizio di navigazione lungo i binari della sostenibilità e del comfort, in coerenza con quanto stabilito dal nuovo affidamento in house ad Avm - dichiara l'assessore al Bilancio e alle Partecipate del Comune di Venezia, Michele Zuin - Abbiamo iniziato con le navi traghetto e ora portiamo a compimento anche i foranei tramite le nuove costruzioni e gli investimenti già annunciati».

«Il segno tangibile della transizione ecologica sta nei numeri delle nuove costruzioni e nel valore economico impegnato per garantire ai nostri viaggiatori e alla cittadinanza in generale il miglior comfort di viaggio e un alto standard qualitativo di servizio. - commenta il direttore generale del Gruppo Avm, Giovanni Seno - I tecnici delle direzioni operative cantieri navali e mobilità lagunare sono al lavoro per dare massima spinta e concreata realizzazione al piano investimenti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due nuovi motobattelli ibridi per la flotta di Actv
VeneziaToday è in caricamento