menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Non vuole staccarsi dalle slot, picchia e insulta i carabinieri

Un 39enne di origine marocchina è stato arrestato dai militari di San Donà di Piave per i reati di resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale e per lesioni volontarie. Denunciata anche una ragazza che era con lui

Un 39enne di origine marocchina, E.A.T., è stato arrestato dai militari di San Donà di Piave all’alba di venerdì mattina per i reati di resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale e per lesioni volontarie.

A MESTRE SUCCEDE DI TUTTO: DENUNCE PER LADRI, PICCHIATORI E SPACCIATORI


IL FATTO. Tutto è iniziato perché l’uomo, alle 3 di mattina, non voleva staccarsi dalle slot machine del locale “Paparazzi” di Musile di Piave: pretendeva di recuperare tutto il denaro perduto. Inutile l’insistenza del proprietario del locale che alla fine ha deciso di rivolgersi ai carabinieri. Assieme a lui una ragazza 19enne di origine Venezuelana. Alla vista della pattuglia la donna ha iniziato a inveire solo perchè le era stato chiesto di esibire un documento di identità. A quel punto il 39enne marocchino si è scagliato a sua volta contro i militari insultandoli e colpendo in faccia uno di loro con un pugno. Alla fine è stato bloccato e arrestato. Addosso aveva anche un modesto quantitativo di hashish. La donna, invece, è stata denunciata in stato di libertà per i reati di oltraggio a Pubblico Ufficiale e per il rifiuto di fornire indicazioni sulle proprie generalità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

I volontari si prendono cura del forte Tron

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento