"Venezia e Corfù insieme per un nuovo rinascimento culturale"

Venezia e Corfù insieme per un nuovo Rinascimento culturale

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

Riceviamo e pubblichiamo: "Venezia e Corfù insieme per uscire dalla "gabbia" e aprirsi al mondo: questo l'obiettivo strategico evidenziato dopo un'estate di incontri istituzionali e scambi sinergici tra le due "capitali culturali" adriatico-ioniche, unite storicamente da uno strettissimo legame culturale, dalle radici millenarie.

Venerdì 26 agosto, nel municipio di Corfù, alla presenza del sindaco Kostas Nikolouzos e dell'amministratore unico di Marco Polo System Pietrangelo Pettenò, si è tenuto un incontro fondamentale per la coesione culturale e strategica nell'area "serenissima" del Mediterraneo. Marco Polo System, agency leader nella progettazione e gestione delle iniziative europee ha condiviso con l'amministrazione corfiota un panel di obiettivi strategici, individuati dopo un'estate fatta di incontri, scambi di vedute, progettazioni sinergiche al fine di mettere in atto quello che sta più a cuore alle due realtà: ridare dignità ai luoghi attraverso la messa in campo di persone e competenze che lo possano fare al meglio.

Nella cornice dell'incontro, tanto Nikolouzos quanto Pettenò si sono trovati d'accordo su numerosi punti: innanzitutto è necessario invertire la rotta che fin qui ha guidato il percorso comune tra le due città, agendo in maniera pragmatica e mirata, in una fusione in cui il know-how ventennale di MPS diventi linfa nuova per i gangli della macchina corfiota in termini di marketing territoriale e actions atte alla valorizzazione del sistema dei forti; in seguito, la stretto giro, la nascita di un team congiunto, ben coeso, che porti avanti le istanze di apertura alle sfide culturali europee e sappia rimettere Corfù nella posizione apicale che per secoli ebbe nel Mediterraneo, facendo allo stesso tempo di Venezia e delle Regioni Veneto e Friuli-Venezia Giulia interlocutori basilari nei rapporti Italia-Grecia, peculiarità universalmente riconosciuta proprio a Marco Polo System. Sullo sfondo, tra le numerose linee d'azione, il viaggio simbolico e fisico della barca Arina, nell'ambito del progetto MPS Verotour, messo a disposizione per fornire esperienza e mezzi per la promozione dell'ampia intesa transnazionale del Lepanto Network, di cui Marco Polo detiene la governance tecnica, unito a nuovi assi dedicati al recupero e potenziamento del patrimonio fortificato, la gastronomia "sincretica" e la produttività locale; argomento principale, unito al tema delle fortezze, main theme per MPS, l'occupazione giovanile e la progettazione culturale.

Non solo idee, ma tanto pragmatismo quindi, unito alla forza del sogno di bellezza: "I nostri obiettivi sono molto ambiziosi" sottolinea il sindaco di Corfù Kostas Nikolouzos, coadiuvato nell'incontro dall'architetto e esperto di progettazione europea Giorgio Risikaris, a cui fa sponda Pettenò: "Potenziare i rapporti tra realtà veneziana e Corfù non è solo ambizioso, ma necessario per l'urgenza di ridare dignità alla storia che unisce i due mondi". Entrambi i rappresentanti si sono trovati d'accordo nel constatare, con ottimismo, "l'aria di Rinascimento" che sembrava tirare durante l'incontro, che non è finito nelle visite di rito, ma grazie all'ospitalità del sindaco di Corfù si è evoluto nell'invito alla messa in scena della Giuditta Trionfante di Vivaldi, nel panorama mozzafiato della Fortezza Vecchia di Corfù, il sabato seguente. Ancora un volta i forti, ancora una volta la cultura condivisa, ancora una volta la storia comune a fare da propulsore per il movimento di persone e processi economici, ancora una volta Corfù e Venezia uniti per mezzo della diplomazia culturale, di cui Marco Polo System è attore fondamentale nel panorama euro-mediterraneo".

Torna su
VeneziaToday è in caricamento