"Violenza gratuita, a pagamento": animalisti contro il circo internazionale

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

Riceviamo e pubblichiamo:

Portogruaro (VE), 19 Marzo - Questa sera "La Foresta Che Avanza", il gruppo ecologista di CasaPound Italia, si è schierato anche a Portogruaro contro l'arrivo in città del "Circo Internazionale" di Miranda Orfei che usa animali nei propri spettacoli.

"Nei circhi, gli animali vengono usati come oggetti per il puro divertimento umano, vengono sottoposti a sofferenze e umiliazioni che annientano la loro natura." - sottolinea Alessandro De Vecchi, responsabile Regionale del gruppo ecologista La Foresta che Avanza Veneto - "Con un flash mob in via Noiare (davanti all'ingresso del circo) e uno striscione con scritto "VIOLENZA GRATUITA, A PAGAMENTO." abbiamo voluto manifestare contro coloro che lucrano facendo esibire animali di ogni specie nei circhi".

"Invitiamo l'amministrazione comunale a esprimersi sulla questione del circo con gli animali" - continua De Vecchi - "e ad adottare, con una delibera della giunta, la normativa già presente in varie parti d'Italia, che impone il divieto di transito e di sosta per tutti i circhi che esibiscono animali nei loro spettacoli."

- L'associazione conclude - "Il nostro obbiettivo è che i contributi statali erogati per i circhi vengano dati solo a quei circhi che non usano animali nei loro spettacoli".

Alessandro De Vecchi, La Foresta Che Avanza Veneto

www.laforestacheavanza.org

laforestacheavanza@gmail.com

fcaveneto@hotmail.it

fcaveneto@gmail.com"

Torna su
VeneziaToday è in caricamento