La fondazione Benetton a Venezia con il premio Carlo Scarpa

Tavola rotonda, conferenza e proiezione del documentario organizzati dalla Fondazione Benetton Studi Ricerche, parte della campagna culturale del Premio Internazionale Carlo Scarpa per il Giardino 2014. Tema degli incontri: coltivare la terra, curare i luoghi, costruire la comunità. Venezia, venerdì 14 novembre, ore 15-22.30, in collaborazione con il Centro Pace del Comune di Venezia, l’associazione Buongiorno Bosnia, dobardan Venecija

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

Prosegue a novembre, con altri appuntamenti pubblici, la campagna culturale del Premio Internazionale Carlo Scarpa per il Giardino 2014 per Osmače e Brežani, villaggi sull'altopiano sopra Srebrenica, con nuovi momenti di approfondimento e confronto organizzati dalla Fondazione Benetton Studi Ricerche insieme alla Fondazione Alexander Langer e al gruppo Adopt Srebrenica, e con altri enti e associazioni coinvolti nelle diverse occasioni.

Osmače e Brežani costituiscono uno dei tanti luoghi della Bosnia-Erzegovina dai quali due decenni or sono è stata strappata la vita di una comunità, devastata la sua convivenza multiculturale di lunga durata, dispersi i sopravvissuti. Tra questi ultimi, e ciò ne fa un luogo di testimonianza e di esperienza altamente significative, un piccolo nucleo di famiglie di agricoltori e allevatori cerca da qualche anno di trovare la strada del ritorno e la trama della memoria, di costruire nuove relazioni tra persone, di rinnovare il legame necessario tra spazio da abitare, terra da curare, casa da ricostruire, condizione umana da conquistare.

A Venezia, venerdì 14 novembre, ore 15-22.30, presso la Sala San Tomà, Scoletta dei Calegheri, Campo San Tomà, San Polo 2857, in collaborazione con il Centro Pace del Comune di Venezia e l'associazione Buongiorno Bosnia, dobardan Venecija:

ore 15-18: Curare i luoghi, tavola rotonda pubblica coordinata da Domenico Luciani (Premio Internazionale Carlo Scarpa per il Giardino), per un confronto di esperienze di "ritorno alla terra", con la partecipazione di Velibor Rankić (coltivatore di Brežani, uno dei due destinatari del sigillo del riconoscimento del Premio Carlo Scarpa 2014), Andrea Rizza Goldstein (Fondazione Alexander Langer, Bolzano), Tiziano Fantinel (Gruppo Coltivar Condividendo, Feltre), Aurelio Manzi (naturalista e botanico, Abruzzo), Michele Savorgnano (Fattoria Urbana Diffusa, Venezia), Sandro Mazzariol (Progetto Pane Logistico, Mira; azienda agricola Pecore Ribelli) e altri;

ore 18: Costruire comunità, conferenza sull'attuale situazione economica, sociale e politica in Bosnia-Erzegovina, con la partecipazione di Andrea Rossini (Osservatorio Balcani e Caucaso) e di Nemanja Zekić, Amra Nalić, Žarko Zekić e Merka Duraković, giovani del gruppo Adopt Srebrenica, e di Bekir Halilovic (presidente dell'associazione Za Srebrenicu/Per Srebrenica);

Serata conviviale con proiezione (alle ore 21) di Riprendere la terra (2014, 43 minuti), docu-film di Jacopo Baretton e Maria Fiano sull'agricoltura come patrimonio comune, alla presenza degli autori.

Prossimi appuntamenti:

Bolzano, martedì 18 novembre, ore 17-20, Semi di dialogo a Srebrenica. La coltivazione del grano saraceno riunisce i villaggi di Osmače e Brežani

Pescara, venerdì 28 novembre, ore 17-19, giornata dedicata a Osmače e Brežani dalla rete abruzzese di Adopt Srebrenica.

Treviso da domenica 16 novembre 2014 a domenica 15 febbraio 2015, sarà aperta, negli spazi Bomben (via Cornarotta 7), la mostra Safet Zec. La pittura come miniera. Dipinti, incisioni, disegni 1970-2010, personale dell'artista Safet Zec, curata da Domenico Luciani. L'inaugurazione pubblica si terrà sabato 15 novembre alle ore 18.

Per informazioni:

Fondazione Benetton Studi Ricerche tel. +39.0422.5121, fbsr@fbsr.it, www.fbsr.it

Torna su
VeneziaToday è in caricamento