Movimento 5 Stelle Caorle: raccolta firme per avere più democrazia

Il MoVimento 5 Stelle di Caorle promuove una raccolta firme per due petizioni da portare in Comune, sul "P.A.T." e sulla "democrazia diretta". Tutti i sabato mattina presso il “Mercato di Caorle” e le domeniche in piazza Bafile (salvo avversità atmosferiche) il MOVIMENTO 5 STELLE raccoglie firme ed informa, inoltre siamo a disposizione per avviare petizioni e sostenere proposte di interesse comune. Vi aspettiamo!

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

Il MoVimento 5 Stelle di Caorle promuove una raccolta firme per due petizioni da portare in Comune, sul "P.A.T." e sulla "democrazia diretta". Tutti i sabato mattina presso il "Mercato di Caorle" e le domeniche in piazza Bafile (salvo avversità atmosferiche) il MOVIMENTO 5 STELLE raccoglie firme ed informa, inoltre siamo a disposizione per avviare petizioni e sostenere proposte di interesse comune. Vi aspettiamo! Di seguito il testo delle 2 proposte:

1) RIDISCUSSIONE DEL P.A.T.

OGGETTO: PETIZIONE PER CHIEDERE LA RIDISCUSSIONE DEL P.A.T. (PIANO DI ASSETTO TERRITORIALE) E IN PARTICOLARE PER CHIEDERE LA DIFESA DI VALLE VECCHIA E IL TERRITORIO DI BRUSSA , DELLA SUA SPIAGGIA E PER FERMARE IL PROGETTO DEL "VILLAGGIO TURISTICO" PREVISTO NEL P.A.T.; VALUTAZIONE DI PROPOSTE ALTERNATIVE VOLTE ALLA SALVAGUARDIA E MIGLIORAMENTO DEL TERRITORIO STESSO.

Con questa RICHIESTA noi, cittadini ed elettori, Vi impegniamo a tener fede all'impegno assunto in campagna elettorale di far partecipare attivamente la cittadinanza alle scelte dell'Amministrazione affinché esse siano espressione della volontà popolare e non scelte di "palazzo"; in particolare chiediamo la ridiscussione della durata di almeno 6 (sei) mesi del P.A.T. da effettuarsi pubblicamente con una serie di "incontri aperti" nei quali i cittadini, le associazioni e i soggetti interessati possano modificare, suggerire e proporre le idee migliori e rielaborare lo stesso in maniera che risulti espressione democratica e condivisa della cittadinanza.

Riguardo Valle Vecchia e il Villaggio Turistico previsto nel P.A.T. chiediamo che sia data alla popolazione la facoltà di esprimersi attraverso un Referendum sulla possibilità stessa di "costruire" in un territorio che è patrimonio collettivo.

2) NUOVI STRUMENTI DI DEMOCRAZIA DIRETTA

I sottoscritti cittadini PROPONGONO agli amministratori in indirizzo di integrare gli strumenti di democrazia rappresentativa del Comune di CAORLE con i seguenti strumenti di democrazia diretta:

- BILANCIO PARTECIPATIVO:

A) Le risorse della comunità, così come le priorità di spesa, devono essere gestite dalla comunità. Specialmente in questo periodo di crisi economica e considerato il deficit comunale di diventa fondamentale il coinvolgimento dei cittadini nel processo di costruzione del bilancio di previsione tramite assemblee pubbliche. Noi crediamo che il desiderio di partecipare ed avere voce nella gestione della propria città si debba poter esprimere anche nel lungo intervallo che intercorre tra una elezione e l'altra;

B) Il bilancio partecipativo, già attivo ad es. nei comuni di Modena, Parma, Castel Maggiore, Arezzo e Udine, è stato definito dall'ONU e dalla Banca Mondiale "strumento efficace di gestione pubblica";

C) In sintesi i principali obiettivi che il bilancio partecipativo si prefigge sono: facilitare il confronto e la determinazione di scelte e decisioni condivise, rispondere in modo più efficace alle richieste di una società sempre più complessa (inclusione sociale ed educazione civica, ad esempio verso chi non ha ancora il diritto di voto), ricostruire un rapporto di fiducia tra istituzioni e cittadini, migliorare l'equilibrio tra i bisogni da soddisfare e le risorse limitate.

- REFERENDUM PROPOSITIVI:

A) Le migliori idee dei cittadini (singoli o organizzati in associazioni, comitati, movimenti) per migliorare Caorle devono poter essere prese in considerazione e sottoposte al giudizio dei concittadini;

B) Il referendum propositivo è già presente ad es. in Valle d'Aosta, Trentino Alto Adige, Lazio e permette non più solo di abrogare leggi già esistenti, ma consente di far valutare alla cittadinanza le proprie proposte più sentite;

C) E' una pratica di democrazia partecipativa a cui chiediamo di poterci affidare per i temi più rilevanti, ad es. quelli sottoscritti dal 10% dei cittadini aventi diritto al voto come richiesto attualmente per attivare i referendum.

- TOGLIERE IL QUORUM:

A) Favorisce maggiore partecipazione e più affluenza al voto perchè sono certe le possibilità che il voto diventi valido. Permette più dibattito tra le campagne per il SI e per il NO. Senza il quorum tutte le parti lottano con energia per assicurarsi il voto perché sanno che indipendentemente dall'affluenza il risultato sarà comunque valido. Quindi tutte le parti fanno informazione, anche chi è contrario al referendum. La gente, così informata, discute dell'argomento e di conseguenza va a votare;

B) Il quorum premia chi invita all'astensione e chi accetta il boicottaggio rimanendo a casa, cioè chi non vuole impegnarsi direttamente o preferisce scorciatoie scorrette pur di far vincere la sua posizione. Chi si informa e va a votare viene punito. Ciò crea una sempre maggiore delusione e distacco dei cittadini dalla politica attiva;

C) In Italia sia alle elezioni nazionali che a quelle amministrative il quorum non esiste. Oggi non c'è parità del voto, in quanto un non voto - astenuto - vale come un voto (precisamente come un NO perchè fa fallire il referendum che solitamente è largamente partecipato dai SI). Inoltre la segretezza del voto oggi manca, in quanto chi va a votare generalmente vota SI. In Trentino Alto Adige alcuni comuni hanno già tolto il quorum, tra questi: Verano, La Valle, Ortisei, Fiè e Villa Lagarina.

Con questa RICHIESTA noi, cittadini ed elettori, vi impegniamo quindi a considerare l'introduzione di strumenti di democrazia diretta quali il bilancio partecipativo, i referendum propositivi e l'eliminazione del quorum.

Per maggiori informazioni potete contattarci sul nostro blog.

Torna su
VeneziaToday è in caricamento