"Richiesta dimissioni immediate di elena donazzan da assessore all'istruzione della regione veneto"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

Riceviamo e pubblichiamo:

"COMUNICATO STAMPA

Musile di Piave (Ve) 13/01/2015

SCREDITATA L'IMMAGINE DEL VENETO E DELL'ITALIA

"Siamo stati sensibilizzati da alcuni genitori e docenti veneti riguardo la circolare che l'assessorato alle Politiche dell'Istruzione, presieduto da Elena Donazzan ha inviato e che sta arrivando a tutti gli istituti scolastici veneti. Nella circolare, si chiede a tutti i presidi e dirigenti scolastici delle scuole della Regione di far discutere quanto accaduto recentemente a Parigi, condannando non solo i fatti e chiedendo a genitori e studenti stranieri di dissociarsi. Nella circolare, si parla anche di cultura islamica, che alimenta, secondo l'Assessora, la genesi di tali attacchi terroristici. Non finisce qui: infatti, la Donazzan afferma che tutti i terroristi sono islamici e tra la nostra incredulità, sembrerebbe associare, addirittura quando accaduto recentemente a Musile di Piave (Ve) dove un'adolescente di origini tunisine ha ferito un 31enne a quant'accaduto a Parigi. Il paragone tra il gesto, seppur grave di Musile e un massacro con armi da fuoco, oltre che eccessivo, trasuda intolleranza e non possiamo accettarlo, a maggior ragione se proviene da una figura con una certa carica istituzionale. Ci chiediamo se questo parallelo sia frutto di una strumentalizzazione cosciente dei fatti oppure dovuto a semplice ignoranza: i casi di bullismo sono diffusi in tutto il Paese, non importa l'origine culturale e la religione del ragazzo. Ricordiamo a Donazan che la scuola deve essere un luogo laico di confronto e l'educazione dovrebbe essere multiculturale e interculturale. L'educazione collettiva di cui si dovrebbe essere portavoce la Donazzan fa crescere l'odio verso chi crede in un'altra confessione religiosa o è semplicemente di una cultura diversa dalla propria. Asseriamo inoltre che tale circolare è oltretutto incostituzionale, infatti, gli articoli della Costituzione che si occupano direttamente della libertà religiosa, sono gli articoli 3,7,8,19,20. Le disposizioni in essi contenute sanciscono: il principio di non discriminazione su base religiosa (articolo 3), l'uguaglianza di tutte le confessioni di fronte alla legge (articolo 8), la libertà di professare il proprio credo, sia individualmente sia collettivamente, di promuoverne la diffusione e di celebrarne il culto in pubblico o in privato salvo che i riti non siano contrari al buon costume (articolo 19), e infine la proibizione di ogni forma di discriminazione o l'imposizione di speciali oneri fiscali nei confronti di associazioni o istituzioni religiose basate sull'appartenenza confessionale (articolo 20). Ci rivolgiamo quindi in primis al dirigente scolastico Nando di Legami, dell'Istituto Comprensivo "Enrico Toti" di Musile di Piave (Ve) e a tutti i dirigenti scolastici del Veneto chiedendo di dissociarsi da queste parole d' odio e rimandare al mittente la circolare.Detto questo, è con gran piacere che lanciamo una petizione online per chiedere le dimissioni immediate dell'Assessore Donazzan consultabile nella nostra pagina facebook e nel nostro blog.

​Associazione " Comitato Bandiera Italiana 17 Marzo"

LINK PETIZIONE: https://www.change.org/p/elena-donazzan-consiglioveneto-it-richiesta-dimissioni-immediate-di-elena-donazzan-da-assessore-all-istruzione-della-regione-veneto

https://www.facebook.com/200684376608894/photos/a.200699286607403.53215.200684376608894/918041244873200/?type=1&theater"

Torna su
VeneziaToday è in caricamento